Articoli

AGOSTINO ORA GUARDACI DA LASSÙ

L’ amore guardò il tempo e rise, perché sapeva di non averne bisogno, finse di morire per un giorno e di rifiorire alla sera, senza leggi da rispettare.
Si addormentò in un angolo di cuore per un tempo che non esisteva.
Fuggì senza allontanarsi ritornò senza essere partito, il tempo moriva e lui restava.

L’amore è un sentimento eterno come eterna è la presenza di Agostino in mezzo a noi. L’amore è un sentimento che ci completa ed anche nei casi più estremi l’amore ci fa vivere emozioni che raggiungono le pieghe più profonde dell’ anima. Le persone che ci amano riescono a regalarci momenti indimenticabili anche nelle situazioni più drammatiche della nostra vita.

Domenica 4 febbraio 2018 le note di un pianoforte iniziano a risuonare dall’alto di una finestra del S.S. Trinità; il maestro Alessio Serapiglia intonava un pezzo dal titolo Rivers Flows in you, “il buio della notte”.
Paura di chiudere gli occhi.
Non voglio perdere un attimo di te.
Lo stesso pezzo l’ADO lo aveva dedicato a noi per il nostro 25esimo anniversario di matrimonio. All’udire il suono, una corsa per capire la provenienza accompagnata dalla vista di un pianoforte dietro una finestra aperta che lasciava uscire una dolce sinfonia per porgere l’ultimo saluto al nostro grande guerriero. L’amore della mia vita.
Gesto insolito che ci ha riempito il cuore di emozioni, in grado anche solo per pochi istanti di sollevarci da quel dolore così profondo. Fiumi di persone hanno reso più leggero il nostro passo, meno buio il nostro percorso per l’ultimo saluto ad Agostino nella Cattedrale Santa Maria Assunta.

Un incontro di cuori, un incontro di ricordi e la bellissima dimostrazione che tante persone ci vogliono bene…
“Tutto quanto volete che gli uomini facciano a Voi, anche Voi fatelo a Loro.”
Un ringraziamento speciale a tutti Voi.

Graziella Tersigni

 

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora GARDEN Center Sora


loading...