CULTURA E INTRATTENIMENTO Notizie

ARCE, MEMORIE URBANE 2014…ARTE E TURISMO

LA CITTA’ CAMBIA VOLTO è la terza edizione della campagna realizzata da Turismo Creativo. “Memorie Urbane” – spiegano i promotori – propone un nuovo modo di fare turismo, per portare il Basso Lazio nel cuore della produzione culturale di qualità internazionale e farlo diventare sempre di più meta dei flussi interessati alla più divertente, esplosiva e democratica forma di arte contemporanea, amata dalle persone di tutte le età. La presentazione ufficiale dell’iniziativa avrà luogo domenica 13 aprile, ad Arce, alle ore 19.00, presso il “Bar Patriarca”.

 

MEMORIE URBANE si avvale di una formula ormai collaudata, che ha portato il Festival ad ingrandirsi e ad aumentare il numero di artisti, collaborazioni ed eventi collaterali e che troverà nell’edizione di quest’anno la straordinaria partecipazione di 6 città del Basso Lazio in un laboratorio artistico a cielo aperto, degno delle principali capitali europee. Un mondo di opere, una rete di artisti e un universo di colori che le persone vivono direttamente sui muri della propria città e contribuiscono a realizzare, prendendosi cura con entusiasmo degli artisti e del lavoro che questi regalano al territorio, in luoghi prima dimenticati.

 

Dal 3 Aprile al 9 Settembre i centri coinvolti sono: Gaeta, Terracina, Latina, Fondi, Itri, Arce.

Il concept della campagna racconta la biografia dello street artist, una vita dedicata alla comunicazione e alla fantasia. Una figura sconosciuta, avvolta in un alone di mistero ma contemporaneamente celebre per la sua capacità comunicativa, libera e gratuita.

Il protagonista è proprio lui, l’artista “senza volto” che “cambia volto alla città”.

La campagna multisoggetto riporta tre figure senza faccia, su fondo limbo – spiega Davide Scarpantonio, Creative director – Un uomo devoto, con il credo dell’arte di strada, prega il suo Dio con un rosario alternativo, con gli acini composti da tappini spray. Una donna, una moglie, che ha sposato la causa della street-art, pronta all’altare con un bouquet di pennelli intrisi di inchiostro. E una bambina, con un lecca lecca che è un tappo di un barattolo di vernice, che racconta l’innocenza creativa e il divertimento che si prova dinanzi alle opere che si incontrano in strada. I tre soggetti rappresentano tre diversi livelli di età e raccontano una duplice storia. Quella del pubblico: perché l’opera d’arte e la comunicazione arriva a tutti.

E quella dello street-artist: perché la sua passione inizia nell’infanzia, cresce negli anni e si conclude alla fine del processo creativo. Ammesso che vi sia una fine”.

Il Festival conferma la sua internazionalità, con una ricerca artistica a tutto tondo nella scena della street art mondiale. I protagonisti dell’edizione 2014 saranno 22 gli artisti provenienti da tutto il mondo. Per la prima volta in Italia lavoreranno: Alexsey Luka (Russia), Anders Gjennestad/Strok (Norvegia), David de La Mano (Spagna), Eime (Portogallo), Etam cru (Polonia), Ernest Zacherevic (Lituania), Levalet (Francia), Martin Whatson (Norvegia), Natalia Rak (Polonia), Pablo Herrero (Spagna), Seth (Francia); e poi Aloha Oe (Italia), E1000 (Spagna), Etnik (Italia), ICKS (Italia), Millo (Italia) e Nelio (Francia).

Torneranno a grande richiesta gli amatissimi: Agostino Iacurci (Italia), Alice Pasquini (Italia), Borondo (Spagna), Hyuro (Argentina), MP5 (Italia), protagonisti di Memorie Urbane nelle passate edizioni e negli eventi collaterali al festival, con risultati indimenticabili.

Oltre al lavoro sui muri, la scena urbana sarà arricchita da un ricco calendario mostre indoor: nel centro storico di Fondi, dal 25 aprile al 2 giugno, sarà possibile visitare la mostra di Millo ed Etnik, nello splendido spazio di Basement Project Room; negli spazi dell’associazione Aus+Galerie a Latina, sarà ospitata una personale di Aloha Oe, uno degli artisti più provocatori, intensi e sensuali del panorama street internazionale; e per finire, un appuntamento imperdibile per il post-festival con una mostra a cura di Christian Omodeo e

Le Grand Jeu dal titolo In Principio. Street Art e Pop Culture in Italia, ospitata nella Pinacoteca di Gaeta dal 13 luglio al 9 settembre. Una mostra un po’ inusuale anche all’aperto: i cancelli dello stadio Riciniello di Gaeta a Corso Italia, in prossimità dei muri di Sten&Lex e Lucamaleonte, diventeranno uno spazio espositivo rinnovato a cadenza annuale. Per il 2014 sui cancelli comparirà l’arte del colorato artista italiano ICKS.

Commenti

banner_mastrazze
loading...