Notizie POLITICA

ARPINO, QUADRINI E CAPUANO CONTRO IL MERCATO DELLA DOMENICA A SORA

Sora sperimenta il mercato della domenica e, da Arpino,  arrivano gli strali dei consiglieri comunali di Arpino, Gianluca Quadrini e Lara Capuano, che accusano il Sindaco Renato Rea di ‘superficialità’. Di seguito, il comunicato stampa dei due consiglieri arpinati:

 “NON CONTIAMO PROPRIO NULLA…ORA DOPO IL CARNEVALE 2014 ANCHE IL MERCATO DOMENICALE VA A SORA….VERGOGNATEVI!

 Apprendiamo dalla stampa con meraviglia l’ennesimo atto di superficialità commesso dall’amministrazione Rea nei confronti del nostro paese, il restare a guardare mentre la Domenica mattina istituiscono, per ora solo sperimentalmente, il mercato nel Città viciniora di Sora, mettendo a rischio lo storico mercato a cui noi Arpinati tanto siamo legati e tanto porta come benessere economico alle attività commerciali dello stesso paese. Noi, però, sostenevamo già da mesi, e  sfidiamo chiunque a dire il contrario, vedi l’occasione persa della “CASA DELLA SALUTE” così come altre iniziative provinciali da cui siamo rimasti fuori per incapacità politico/amministrativa degli attuali amministratori, che non contiamo nulla nel panorama Provinciale, da quando si è insediata quest’Amministrazione; addirittura meglio aveva fatto, anche se figura non politica, anche il commissario Prefettizio dot.ssa GALELLA.

Non possiamo stare a vedere che la Città di Sora sta istituendo, per ora solo sperimentale, il mercato settimanale di domenica, modificando, nelle intenzioni, quello del giovedì in Rionale e, quello istituendo della Domenica, in settimanale, di fatto tagliando ulteriormente fuori Arpino che vedrà, per ovvi motivi, svuotarsi il proprio mercato in favore di uno più grande e più appetibile per gli stessi ambulanti. Io quando sono stato Assessore al Commercio di questo paese per 3 anni dal 2001 al 2004 (unico periodo nel quale ho amministrato questo paese per poi abbandonare la poltrona quando non condividevo più il modo di amministrare di chi era, allora Sindaco, oggi invece “forse consigliere spirituale…”), avevo istituito il mercato rionale di San Sosio, ancora in essere e motivo, ancora oggi, di aggregazione del comprensorio.

Ora, invece, la superficialità e la miopia di questo Sindaco e di quest’Amministrazione sta facendo perdere anche quel po’ che ad Arpino era rimasto, senza, inoltre, programmare alcuna progettualità di sviluppo. Possibile che due persone della giunta attuale, un’assessore di peso Quadrini ed un consigliere delegato in materie molto importanti come LL.P. ed Urbanistica Branca, dipendenti del Comune incriminato che sta scippando ad Arpino questo storico mercato, non sapevano nulla di quello che l’Ente da cui dipendono ed i loro colleghi stavano mettendo in atto contro Arpino? O forse sapevano ma sono stati a guardare in nome di non so quale interesse o di quale dettame di carattere diverso dall’interesse per il proprio paese che amministrano? Questo è quello che contiamo a livello intercomunale ed il ruolo che recitiamo nel circondario? Come ci siamo ridotti….Arpino era uno dei paese più importanti della Provincia ed assurgeva sempre alle cronache per iniziative e progetti di spicco e di rilievo nei confronti degli altri paesi.

In considerazione che la nostra Amministrazione è allo sbando per continua e manifesta incapacità politico/amministrativa e vive costantemente e giornalmente amministrando questo paese senza fare nulla e solo e solamente per poter poi passare a fine mese ad incassare in Banca la propria indennità/stipendio, tra l’altro più alta di tutta la Provincia, senza però tutelare gli interessi dei propri concittadini, faccio io dall’opposizione, appello alla sensibilità, all’amicizia che ci lega ed ai rapporti di buon vicinato del Sindaco di Sora, all’amico già collega Assessore Provinciale Ernesto Tersigni a tornare indietro sui suoi passi, evitando il cambiamento del giorno settimanale del mercato sorano scongiurando così la chiusura del mercato domenicale di Arpino e la definitiva sparizione degli interessi economici dello stesso paese. Cari amministratori quand’è che inizierete ad esercitare seriamente il vostro mandato nell’interesse di Arpino e dei sui concittadini? Io mo sono stancato di gridare alla luna e spero che i cittadini capiscano ed inizino ad aprire gli occhi di fronte a questo ennesimo scempio che si sta consumando nel nostro paese da ormai un anno di disamministrazione totalmente inconsistente e disinteressata nei confronti dei cittadini da parte dell’attuale giunta. Arpino ha bisogno di amministratori che ci tengono al paese ed ai suoi cittadini….non di avventurieri dell’ultim’ora”.

Commenti

banner_mastrazze
loading...