Notizie

GLOBO SORA, STAGIONE REGOLARE CONCLUSA AL TERZO POSTO

Da Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – riceviamo e pubblichiamo:

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora chiude ufficialemete la sua stagione regolare, la quinta in Serie A2, con una bella vittoria al tie break sulla Coserplast Matera che le assegna la matematica certezza del terzo posto nella classifica generale anche in vista del turno di stop previsto per la prossima giornata.

Con un turno di anticipo dunque Sora blinda la sua posizione e resta in attesa di sapere chi le toccherà affrontare nei Quarti di Play Off Promozione che avranno inizio il 30 marzo e dove avrà la possibilità, guadagnata sul campo, di giorcarsi la prima gara e l’eventuale bella tra le mura amiche del PalaGlobo “Luca Polsinelli”, anche oggiAggiungi un appuntamento per oggi in visibilio per i suoi beniamini che non l’hanno assolutamente deluso.

Non tradisce le aspettative il big match tra la Globo e la Coserplast, entrambe grandi protagoniste di tutta la stagione regolare sempre in testa alla classifica, semifinaliste della Coppa Italia e sicuramente agguerritissime compagini di battere nella post season. Ma Sora, al suo terzo turno in formazione d’emergenza, quella chiamata l’altra Sora ma che in realtà ha tolto molte castagne dal fuoco con due vittorie importantissime nello sprint finale concretizzando le aspettative e le velleità societarie, si è confermata più agguerrita e determinata nel suo intento facendo il possibile per raggiungere il suo obiettivo.

Non è stato semplice contro una Matera che vive un ottimo moneto di forma e che è tornata a viaggiare a vele spiegate come a inizio campionato e sicuramente la sua condizione ottimale le farà affrontare un buon finale di stagione, ma contro Gradi e compagni ha dovuto rimandare tutto questo.

Gara non facile da giocare e da arbitrare dunque che ha visto per la prima volta succedere alla Globo un fatto che ha destato curisità e critiche. Sulla parità del 13-13 del primo set, gli arbitri interrompono il gioco. Lunghi minuti di attesa e poi il tabellone torna sullo 0 per la formazione di casa: una svista nella compilazione del referto non segnalava la presenza degli Under e quindi coach Fenoglio non avrebbe potuto usufruire della “Reagola Under 23” che prevede le sostituzioni illimitate tra gli schiacciatori Casarin e Bonami, ma lo ha fatto sin dall’1-1 per cui il direttore di gara attraverso una interpretazione personale della regola non riscontrabile sul referto ripristina la situazione portando il match sullo 0-14 nonostante il primo punto della gara sia acquisito con formazione regolare.

La Banca Popolare del Frusinate, nella giornata dedicata al sesto anni di sodalizio con l’Argos Volley, ha premiato come MVP il palleggiatore Luca Beccaro che ha ricevuto la targa dalle mani del Direttore della filiale di Isola del Liri dottor Manfredo Tomassi; come miglior schiacciatore Alessio Fiore premiato dal dottor Angelo Faustini Consigliere di Amministrazione della Banca; e in fine è stata consegnata al capitano della Coseplast Openet Matera, Vittorio Suglia, una targa di partecipazione all’evento presentato dalla Banca dal dottor Luigi Conti – Coordinatore della Commissione Promozione e Sviluppo.

Allo starting players coach Fenoglio schiera nel suo rettangolo di gioco Beccaro in cabina di regia opposto a Gradi, Salgado e Tomassetti al centro, Fiore e Casarin in posto 4 e Rizzo libero. La guida tecnica sorana prova a sfruttare ancora, dopo l’esordio ben riuscito la scorsa domenica al PalaCorigliano, la “regola Under 23” che ha previsto le sostituzioni illimitate tra gli schiacciatori Casarin e Bonami ma solo per le prime due azioni. Dall’altra parte della rete mister Mastrangelo propone la diagonale Pedron-Krolis, Giosa e Luppi in posto 3, Suglia e Joventino in banda e Casulli libero.

Il match è aperto dal servizio di Giosa e subito dopo il diagonale vincente di Fiore, Matera mette a segno un mini break positivo con Krolis dai nove metri e Joventino e Suglia sulla rete per l’1-5. È ancora lo schiacciatore tarantino a interrompere la serie avversaria ma l’esperienza del centrale Luppi si fa sentire per il +5 del 2-7. Richiama i suoi coach Fenoglio e al rientro in campo la giocata astuta di Casarin sulle mani del muro e il block di Tomassetti ai danni di Joventino accorciano le distanze fino al 5-7. Comincia a mettere a segno punti importanti la Globo con Beccaro che si affida a Gradi e Casarin ma quando il muro di Fiore a bloccare le intenzioni di Krolis porta la contesa in parità, 13-13, gli arbitri interrompono il gioco. Lunghi minuti di attesa e poi il tabellone torna sullo 0 per la formazione di casa, una svista nella compilazione del referto non segnalava la presenza degli Under e quindi coach Fenoglio non avrebbe potuto usufruire della “Reagola Under 23” che prevedeva le sostituzioni illimitate tra gli schiacciatori Casarin e Bonami, ma lo ha fatto sin dall’1-1 per cui il direttore di gara attraverso una interpretazione personale della regola non riscontrabile sul referto ripristina la situazione portando il match sullo 0-14 nonostante il primo punto della gara sia acquisito con formazione regolare. Tutto da rifare per la Globo che sull’1-16 pare ingranare la marcia giusta dimostrando che nonostante tutto è li concentrata sulla sua importante gara. Con Fiore al servizio che autografa un ace e Beccaro di seconda intenzione è 5-16. Sale punto a punto il set fino al 7-19 quando Sora torna ad alzare la testa per il 12-20 con Fiore a muro su Krolis e Gradi a sfondare il block di Suglia. Risponde bene questa volta la Coserplast per l’accelerata decisiva che darà solo il tempo ad altre due belle giocate dei soliti Gradi e Fiore prima del 14-25 definitivo.

Dopo l’episodio negativo del primo set Sora torna in campo più convinta e determinata a recuperare lo svantaggio e la disattenzione e con i muri, prima di Gradi e poi di Beccaro entrambi ai danni di Suglia, i padroni di casa conducono 5-2. 7-5 e Matera si propone pericolosamente con Krolis e Pedron di seconda intenzione per la parità dell’8-8 e poi l’ace di Joventino segna il sorpasso degli ospiti. Due attacchi vincenti consecutivi di Fiore e il suo granitico muro sul centrale Luppi fanno suonare la sirena del technical time out sul 12-11 e alla ripresa del gioco a farla da padrona è l’equilibrio per il galleggiamento che porta tutti sul 15-15. Joventino batte out e mette il servizio nelle mani di Casarin che lo sfrutta astutamente per quattro turni autografando anche due ace per il 20-15. Suglia e Krolis rosicchiano qualche lunghezza fino al 18-21 ma Beccaro e Fiore portano il PalaGlobo al set ball. 24-20 e Marretta e Giosa annullano le prime possibilità sorane ma Cesare Gradi mette più o meno tutti d’accordo con un prepotente diagonale che cade al centro del campo di Matera per il 25-23 che segna la parità in fatto di conteggio set.

Per il terzo parziale la Coserplast torna in campo con Marretta al posto di Joventino e con le stesse agguerrite intenzioni che con tutta la sua prima linea in grande spolvero si traducono nel 4-8. Marretta dai nove metri insacca la rete e subito Gradi e Casarin ne approfittano per riportare i suoi sotto. La parità dell’8-8 porta la firma di Salgado che a muro inchioda il pari ruolo Giosa ma dopo il time out discrezionale richiesto da coach Mastrangelo, i suoi ragazzi tornano avanti di due lunghezze con Suglia che in attacco con la mano sinistra fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul 12-10. Torna subito in parità la Globo con Gradi e Tomassetti per il 13-13 mentre Salgado a muro mette a segno il sorpasso del 16-15. Si infiammano gli animi del PalaGlobo sia in campo che sugli spalti e si accendono anche le proteste alla volta del primo arbitro che continua a mettere mano ai cartellini tirando fuori questa volta il rosso alla volta di coach Fenoglio per il nuovo sorpasso ospite del 16-18. Salgado e Casarin agganciano ma Matera può scappare ancora avanti grazie agli errori sorani e a un altro cartellino rosso questa volta assegnato dal signor Allegrini a Fiore per il 19-22. 20-23 e Tomasetti sulla rete e Fiore a segno dai nove metri riaprono il set 22-23. Dopo l’ace lo schiacciatore manda out la battuta così Suglia e compagni hanno due possibilità di chiudere il set ma Gradi attacca per due volte prepotentemente sulle mani del muro avversario che manda out per il 24-24. Sora ha la possibilità di giocarsi l’assegnazione del parziale ai vantaggi e la sfrutta fino al 27-27 quando arriva l’errore e il punto decisivo della Coserplast che con il 27-29 si porta in vantaggio per 2 set a 1.

Il quarto game si apre con Matera in grande accelerazione per il vantaggio del 4-8. Richiama i suoi ragazzi coach Fenoglio e al rientro nel rettangolo di gioco macinano buone giocate portandosi sotto fino al 9-12 allo stop obbligatorio. Fiore si guadagna il cambio palla innescando la miccia della rimonta con un primo break positivo di 5-0 che fa salire il tabellone sul 14-12 seguito, dopo il time out discrezionale di coach Mastrangelo e l’attacco di Suglia, da un altro parziale di 4-0 per il 18-13 con l’ace di Fiore e l’attacco di Cittadino subentrato a Tomassetti. La guida tecnica ospite rimanda in campo Joventino per Marretta che prova subito insieme a Krolis a restare attaccato al set fino al 19-16 quando Beccaro di seconda intenzione riporta il servizio nella sua metà campo e poi mura le intenzioni di Krolis. Arriva da posto 4 anche Casarin e poi un altro rosso del signor Allegrini alla volta di coach Mastrangelo per il 24-16. Krolis spezza la mattanza sorana ma resterà un attacco isolato perchè Casarin archivia velocemente il set sul 25-17.

2-2 e squadre pronte per il tie break con Sora che manda in campo Cittadino in luogo di Tomassetti. Partenza equilibrata con giocate d’astuzia più che di potenza per il 3-3. L’attacco di Cittadino e il muro di Casarin su Marretta concedono il doppio vantaggio ai padroni di casa che da soli se lo annullanno ma poi portano le squadre al cambio campo sull’8-7. Cittadino si impone a muro su Suglia per il +3 del 10-7 e coach Mastrangelo spezza il gioco con un time out. Krolis e Marretta guidano la Coserplast ma la Globo tiene stretta il suo vantaggiofino al 13-10 quando due errori e il muro di capitan Giosa segnano l’equilibrio del 13-13. 14-14 e anche il quinto set va ai vantaggi. Quattro errori portano la contesa sul 16-16 e un diagonale di Fiore piazzato al centro del campo avversario regala ai suoi la possibilità di chiudere. Cittadino e Beccaro e muro su Joventino non si fanno scappare la ghiotta occasione così archiviano il set sul 18-16 e il match per 3-2.

La partita tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Coserplast Openet Matera verrà trasmessa in differita sul canale RaiSport 2 martedì 11 marzo a partire dalle ore 22,30 con il commento a cura di Marco Fantasia; in differita sul canale EXTRATV – CH 94 dgt e streaming www.extratv.it mercoledì p.v. alle ore 18,30 e giovedì 24 ottobre alle ore 16,00 e alle ore 23,00. Su EXTRASPORT24 – CH286 dgt Lazio invece, martedì 22 ottobre alle ore 17,00; mercoledì ore 8,00 e 18,30; giovedì ore 10,00 e 00,30; venerdì ore 14,00 e 23,00; sabato ore 12,00 e 21,00.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – COSERPLAST OPENET MATERA 3-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Beccaro 7, Gradi 20, Salgado 8, Tomassetti 4, Fiore (K) 25, Casarin 16, Verissimo, Rizzo (L), Bonami, Daldello n.e., Tamburo n.e., Cittadino 4. I All. Marco Fenoglio; II All. Maurizio Colucci. B/S 13, B/V 3, muri 21.

COSERPLAST OPENET MATERA: Pedron 3, Krolis 21, Marretta 4, Luis 10, Giosa 10, Luppi 12, Casulli (L), Suglia (K) 16, Sette G. n.e., Lapacciana n.e., Monteleone n.e., Granito n.e.. I All. Vincenzo Mastrangelo; II All. Antonello Adriani. B/S , B/V , Muri .

ARBITRI: Allegrini Giuseppe, Di Blasi Giuseppe Maria.

PARZIALI: 14-25; 25-23; 27-29; 25-17; 18-16.

SORAWEB - GLOBO SORA SORAWEB - GLOBO SORA2

Commenti

banner_mastrazze
loading...