Comunicati Stampa POLITICA

ISOLA DEL LIRI – IL M5S AL SINDACO: “MANCATA APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO DEHORS”

Riceviamo e pubblichiamo:

In questi ultimi anni, specie nel periodo estivo e in particolare a Isola centro, c’è stato un aumento esponenziale delle occupazioni di suolo pubblico per fini commerciali, che spesso creano situazioni di difficoltà e disagio ai cittadini.

Trattandosi di spazi pubblici sottratti alla collettività, sebbene concessi legittimamente per lo svolgimento di attività private, l’amministrazione comunale farebbe bene a rispettare e a far rispettare le regole per l’utilizzo del suolo pubblico, portandole anche a conoscenza dei cittadini che a quegli spazi sono costretti a rinunciare.

Segnaliamo, infatti, che molte occupazioni di suolo pubblico non sono conformi al “REGOLAMENTO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DEI DEHORS”, approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n.1 del 17/03/2014, pubblicato sul sito del Comune.

Il suddetto Regolamento, per esempio, all’art 3 precisa che ”per dehor si intende l’insieme degli elementi mobili, smontabili e facilmente rimovibili, posti in modo funzionale e armonico su area pubblica…”; inoltre, all’art. 4 chiarisce che “gli unici elementi ammessi sono quelli di seguito indicati: tavoli, sedute in generale(sedie, poltroncine, panche), ombrelloni. Non sono ammesse altre tipologie. Non è ammesso l’utilizzo di pedane né sulla sede stradale né sul marciapiedi”.

Come è facilmente verificabile, invece, le piazze ed i vicoli del centro storico sono invasi da pedane e strutture coperte ancorate al suolo o, comunque, non rimovibili.

Inoltre, le dimensioni delle strutture superano quasi sempre le lunghezze massime consentite dal suddetto regolamento comunale che, infatti, stabilisce: “la lunghezza massima dello spazio occupato dal dehors non può superare il fronte dell’esercizio”.

Infine, gli altri elementi di arredo “rimovibili”, vengono lasciati sul suolo pubblico anche quando gli esercizi sono chiusi. Anzi, spesso vengono accatastati in modo tale da trasformare vicoli e piazze (vedi piazza Boncompagni) in magazzini all’aperto.

Una nostra proposta è quella d’ istituire e attivare al più presto l’isola pedonale su Corso Roma con la chiusura del traffico veicolare, rendendo così regolare l’occupazione di tutta la larghezza dei marciapiedi, come già di fatto avviene, ma in spregio del Regolamento.

Gli spazi pubblici sono di tutti: dei commercianti, ma anche dei giovani, degli anziani, dei turisti e dei disabili, che più di tutti devono stare alla larga dal centro cittadino per le continue barriere che ostacolano il loro passaggio.

Chi ne autorizza l’uso privato per fini economici e commerciali, deve perciò garantire che tale uso avvenga secondo le modalità e nei limiti del Regolamento, spettando al Comune la responsabilità di tutelare l’interesse pubblico e di vigilare, tramite la Polizia Municipale, sul rispetto delle autorizzazioni rilasciate.

 

Commenti

banner_mastrazze
loading...