Te lo dico in rima

LAI

La Luna diffonde
pe’ cieli suo latte:
a lei, chiuse e intatte,
sospiran le selve,
profonde.

Un murmure, lento,
si spande ne ’l piano;
e giunge un lontano
di cervi bramire
su ’l vento.

Discende ne l’ode
la dea che m’è dolce;
e a me i suoni molce
de ’l verso. Ma l’altra
non ode.[190]

Ma quella ch’io amo
non ode. I roseti
ancora han quieti
misteri e fan lungi
richiamo;

e ancor ne’ giacigli
rimangono l’orme
recenti e le forme
recenti tra i fiori
vermigli.

Ma quella ch’io bramo
non meco vi giace…
O cuor senza pace,
ed occhi miei lassi,
moriamo.

Gabriele D’Annunzio

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora GARDEN Center Sora


loading...