CRONACA Notizie

LSU DI SORA: LO SFOGO DI LUCIO DI PIRO

Di seguito riportiamo le riflessioni di Lucio Di Piro, uno dei ex Lsu del Comune di Sora che, venerdì sera, con i suoi colleghi, ha cercato di rappresentare la situazione che i 48 lavoratori stanno vivendo al presidente Zingaretti, in visita a Frosinone: una situazione in bilico, atteso che, dopo essere stati stabilizzati, ora rischiano di essere reinseriti nel bacino degli Lsu. Ecco quanto Lucio Di Piro ha scritto sul suo profilo Fb:

“Ieri sera circa venti dipendenti ex lsu del Comune di Sora sono andati a Frosinone c’ero anch’io. Lo scopo era quello di incontrare Zingaretti per consegnargli due lettere, la prima era la lettera redatta dal Consiglio Comunale di Sora nella quale si esplicitava la vicinanza di tutto il Consiglio a noi lavoratori ex lsu, la seconda riportava alcune considerazioni ed il nostro punto di vista sulla faccenda. La linea di Zingaretti l’avevo già ben chiara in mente, infatti ha ribadito che per loro ‘il caso’ ex lsu assorbiti con i concordati è stato risolto. Peccato che la soluzione per lui e molti altri, sia la riapertura del bacino dei disoccupati ed il reinserimento degli attuali dipendenti…, CHE BELLA SOLUZIONE! Ha detto che noi dipendenti siamo (parole sue…) STATI TRUFFATI, quindi l’amministrazione precedente che ha fatto le stipule dei concordati ha creato questo illecito…perfetto, ma perché gli illeciti delle amministrazioni regionali precedenti le debbano pagare quasi 1500 lavoratori e relative famiglie, ancora non mi è chiaro! Come se chi venisse derubato oltre al danno, dovesse stare attento anche al poliziotto che invece di perseguire il colpevole arresta il derubato….PAZZESCO! Sempre Zingaretti ha detto che dipende molto dai Comuni….ed in questo scaricabarile di competenze io mi perdo e francamente mi sale solo la voglia di iniziare con le vertenze legali, forse è meglio che questo pantano politico-burocratico lo risolva il giudice del lavoro! Intanto due lavoratori del Comune di Arpino hanno già fatto la vertenza al proprio Ente per licenziamento illegittimo, ieri ho parlato con un ex dipendente, mi ha confermato la cosa…lui la vertenza non l’ha fatta, da “furbetto” aspetterà il precedente legale, come al solito, chi ha coraggio apre sempre le strade e chi non le ha….guarda o al massimo s’accoda! La serata alla fine è stato lo SPOT di un’azione amministrativa durata un anno, anche se secondo me voleva essere più una raccolta di consensi per ampliare il “bacino” PD alle Europee!”.

 

Commenti

banner_mastrazze
loading...