Comunicati Stampa POLITICA

SORA – AMBIENTE SURL, SI CAMBIA METODO

Riceviamo e pubblichiamo:

Cambiare metodo, pianificare, essere più trasparenti!

Questi i criteri guida che sono stati illustrati nell’ultima seduta del Consiglio comunale dall’Amministrazione e dal Presidente di Ambiente Surl Luigi Saltelli, nel corso di un dibattito accesso e spesso avvelenato da allusioni al passato che non possono inquinare il grande lavoro di risanamento in atto.

La gestione del Servizio di Raccolta e Trasporto dei rifiuti solidi urbani nel Comune di Sora, come è emerso nelle relazioni e dagli interventi, ha scontato una superficiale pianificazione, un metodo di gestione azzardato che nei primi sei mesi aveva più lo scopo di guadagnare consensi elettorali che di raggiungere obiettivi di efficienza sostenibile

È stato infatti ribadito che un business plan totalmente sgangiato dal basilare principio prudenziale  ʺBudget is not gambling – il bilancio non è un gioco d’azzardoˮ, ha determinato nell’immediato subentro la mancanza di un necessario rapporto fra costi e ricavi sul quale ragionare e intervenire efficacemente.

Tale mancanza di metodo e cultura di gestione manageriale ha in pochi mesi di raccolta differenziata, minato la già fragile cornice della società ed i servizi erogati, con costi nettamente superiori ai ricavi da gestire, che se protatti nel tempo avrebbero sicuramente portato la Società alla sua liquidazione.

Tuttavia, nonostante questi ostacoli di carattere oggettivo, il nostro impegno ci ha portato a garantire un servizio di raccolta differenziata fra i più elevati della provincia, prossimo al 65%!

Le criticità pressanti sono state affrontate di petto con un mirabile sforzo e lavoro di coordinamento: da un lato, il presidente Saltelli in pochi mesi ha messo in campo interventi concreti ed un piano di razionalizzazione in luogo del definitivo piano industriale, al fine di salvaguardare e poi consolidare l’operatività aziendale della società.

Dall’altro versante, quello amministrativo, c’è stato il forte impegno e l‘assunzione di responsabilità da parte del Sindaco, dell’Assessore Baratta, con i Consiglieri De Donatis e Bruni, per garantire nonostante le problematiche oggettive, la tutela del livello occupazionale e la qualità del servizio, facendo ricorso con l’ottimo progetto di ausilio all’igiene portato avanti insieme all’Assessore Di Ruscio per tenere le strade pulte grazie al lavoro dei ragazzi stranieri ospitati nelle strutture di accoglienza.

Questo delicato ma necessario lavoro, messo in campo anche per porre ordine alle incertezze ed incongruenze del servizio passato, ci ha portato quindi ad elaborare un nuovo e più dettagliato Regolamento sulla gestione dei rifiuti solidi urbani e ad approvare il Piano di razionalizzazione della Soc. Ambiente S.u.r.l., risolvendo il vulnus della raccolta su strade private.

Questa è l’unica strada sostenibile verso un salvataggio dell’azienda ed una sempre migliore qualità del servizio. Questa è la strada che seguiremo.

 

Commenti

banner_mastrazze
loading...