Comunicati Stampa CRONACA

SORA – CASTELLO, TIZIANO REA: “SE UNO SOLO LO HA RIPULITO, COSA POTREMMO FARE SE FOSSIMO 10, 100, 1000?”

Proponiamo qui di seguito alcune riflessioni postate da Tiziano Rea sul proprio profilo Facebook:

Questa mattina sono salito su al Castello di Sora per apprezzare con i miei occhi la forza di volontà che ha permesso a mio cugino Riccardo, DA SOLO, di dare una bella ripulita al cortile infestato da erbacce, vegetazione e sporcizia dando anche un segnale molto forte ed energico a tutta la cittadinanza (perché se uno solo può fare questo cosa potremmo fare se fossimo in 10 o in 100 o in 1000???).
Guardate che, come ho già avuto modo di dire, la situazione del castello è DRAMMATICA, i crolli sono sempre più frequenti ed imminenti, si possono quasi prevedere, basta osservare lo stato delle mura, alcune in particolare.
Per onestà vanno specificate anche un paio di cose: non dovrebbe essere mio cugino, o altri come lui, a doversi sobbarcare da solo di un lavoro del genere, non è così che funzionano le cose, non possiamo semplicemente ignorare o peggio ancora farci fagocitare dalla burocrazia quando si tratta della nostra storia, del nostro patrimonio storico e culturale!
Seconda cosa che va precisata: Riccardo non è l’unico a darsi da fare per il Castello e non solo, ci sono molte persone che a titolo personale da anni si prodigano, mi viene da pensare ad Alessandro Barone che con i suoi amici hanno raccolto chili e chili di immondizia lungo tutto il monte.
Ma davvero dobbiamo essere noi cittadini a dover fare ciò? Davvero l’unica colpa del Castello è che da quelle parti non ci abita nessuno e quindi non c’è un lampione da installare o una buca di asfalto da coprire e che possa garantire una manciata di voti?
Forse per una questione di senso civico o per una sorta di legge del contrappasso probabilmente è anche giusto che dobbiamo essere noi comuni cittadini ad occuparcene, ma poi non venissero a lamentarsi estremisti ambientalisti o esperti del settore, archeologi, soprintendenza e quant’altro perché tutto ciò si riassume in tre semplici parole: NON E’ GIUSTO!
Il castello di Sora non è solo una fortezza eretta 500 anni fa, prima dell’attuale conformazione vi erano insediamenti precedenti e risalenti all’età del bronzo!
Non si tratta solo di andare li a pulire, si tratta di chiedere RISPETTO!
In questi giorni, tornando con i piedi giù in piazza S. Restituta, abbiamo avuto il Concerto per Amatrice e, ieri ed oggi, l’adunata degli Alpini, c’erano tutti tranne che i Sorani…e tutti di nuovo a parlare di Sora deserta e quant’altro.
Io comincio seriamente a pensare che Sora non è deserta perché mancano gli eventi oppure sono organizzati male o gestiti peggio, sinceramente io comincio a pensare che Sora è deserta perché mancano i Sorani (ma non nel senso che vanno altrove).
E allora se non ci sono più i Sorani quello che dobbiamo fare è costruirli, cioè formarli!

 

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora banner_mastrazze
loading...