Comunicati Stampa POLITICA

SORA – CHIUSURA SPORTELLO ACEA, QUADRINI CONTRO

Riceviamo e pubblichiamo:

Il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e Presidente della XV Comunità montana Gianluca Quadrini
interviene sulle voci che vedrebbero la chiusura dell’ufficio amministrativo di Acea Ato 5 di Sora dal primo maggio prossimo, con conseguente trasferimento di sportelli a Frosinone o Cassino.

Con il bando di gara originale Acea aveva un obbligo nei confronti dell’Ato sull’apertura di un certo numero di sportelli sul territorio.
Ma questo non è avvenuto. Difatti Acea nel momento in cui si è aggiudicata la gara d’appalto non ha ritenuto opportuno aprire altri 4 sportelli, oltre a quelli esistenti come da convenzione, giustificando tale mancanza con l’introduzione di nuove tecnologie, siti internet rivoluzionari e moderne applicazioni per tablet che avrebbero

soddisfatto le richieste degli utenti. “Non solo non sono stati aperti altri 4 sportelli, ma addirittura Acea vuole chiudere quelli esistenti. Questo non è possibile perché non lo prevede il contratto originale” -dichiara il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia Quadrini, che aggiunge: ”Una scelta che non gioverà ai numerosi utenti che vi fanno costantemente riferimento ogni giorno, in particolare alle fasce più deboli e per coloro che sono avanti con l’età e delle nuove tecnologie non saprebbero che farsene. E’ necessario rispettare il bando di gara originale e la firma della convenzione, ma soprattutto i cittadini. Mi auguro che si tratti puramente di voci di corridoio perché
qualora la scelta fosse concretizzata penalizzerebbe non solo gli utenti di Sora, ma anche quelli del circondario serviti da Acea Ato 5 e che
comprende un gran numero di paesi limitrofi composti da ben oltre 200 mila abitanti. Anche la Sto segreteria tecnica operativa aveva contestato la comunicazione di chiusura degli sportelli poichè una decisione che non rispettava il contratto. Infatti qualora dovessero avvenire modifiche al contratto in essere deve esserci l’approvazione della conferenza dei sindaci”.

“Rivolgo il mio appello alla sensibilità dell’amministratore delegato Acea Ato 5 ing. Stefano Magini affinchè possa rivedere la decisione e al presidente della Provincia e dell’Ato 5 Antonio Pompeo, perchè si faccia promotore della situazione evitando la chiusura dello sportello Acea di Sora. Non è possibile infatti che il territorio sorano sia penalizzato continuamente a favore di altri comuni, divenendo oggetto di tagli di quei servizi pubblici che svolgono prestazioni per i cittadini e mai obiettivo di potenziamento. Non è questo il giusto modo di agire e faremo ogni battaglia per salvaguardare il territorio e i suoi servizi pur restando pronti a recepire nuove proposte come gli sportelli itineranti o quelli dedicati all’ Otuc, associazione consumatori affinchè siano evitate difficoltà ulteriori ai cittadini che in questo momento hanno l’esigenza di una maggiore presenza del gestore in città”-conclude il capogruppo provinciale azzurro Quadrini. Resta il fatto che finora nessuna proposta di progettazione o richiesta volta alla pianificazione di tali sportelli è giunta da parte di Acea.

Commenti

banner_mastrazze
loading...