Comunicati Stampa POLITICA

SORA – DA SINISTRA UNITA AUGURI ALLA ‘TRANSFORMER’ D’ORAZIO

Riceviamo e pubblichiamo:

Si è tenuto Giovedì 30 Marzo c.a. il consiglio comunale cittadino con all’ordine del giorno l’affidamento e la gestione dei servizi relativi al trasporto, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani in capo all’AMBIENTE SURL e l’approvazione delle tariffe e regolamento TARI per l’anno 2017 e il DUP 2017/2019.

Il consiglio comunale intanto si è aperto con un “importante annuncio” del suo Presidente: il cambio di casacca del consigliere D’Orazio. Come nella migliore tradizione del calcio mercato, pare che assumerà addirittura il ruolo di capogruppo del PD. Sinistra Unita al transformer augura buon lavoro sia in questo nuovo colore ma anche per le probabili diverse e future vesti variopinte.

La novità più importante di questa seduta consiliare è che non ci sono novità.

Per Ambiente Surl niente di nuovo, senza turbare la continuità con la passata amministrazione Tersigni, nonostante i roboanti annunci elettorali del fu “progetto civico” del sindaco De Donatis, tutto sarà come prima.

Per il solito teatrino della politica, ci si rimpallano colpe tra maggioranza ed opposizione, dimentichi, i nostri consiglieri, che a turno la società ambiente è stata amministrata da tutti i presenti in consiglio (non esclusi i papà e i mariti…), fatte le dovute eccezioni. L’ “Onorevole Consigliere” Coletta, ha avuto la meglio, rimarcando con grande orgoglio di esserne, della società, uno tra i fondatori. Ovviamente però nessuno sembra responsabile dei danni subiti dalla Società che invece continua a chiudere i bilanci in perdita economica e che pesano da anni sulle spalle dei cittadini.

C’è stata quindi l’esposizione dell’amministratore unico Dott. Saltelli (quota Fratelli d’Italia- AN), che in continuità con quanto annunciato nel consiglio comunale del 21 Dicembre 2016, in cui minacciò anche le dimissioni mai avvenute, ha esposto le azioni per eliminare le inadempienze di legge ma comunque inerenti l’ordinaria amministrazione. Di fatto non si ha traccia di un “Piano Industriale”: questo è l’unico strumento che rende evidente ciò che si fa e in che modo in un’azienda. Serve una programmazione industriale seria e rigorosa. Ed è grave la posizione della giunta che sia attesta beatamente sul “dare un’altra possibilità” alla direzione della municipalizzata senza essere capace di aggiungere null’altro.

Per la sbandierata riduzione della TARI 2017, questione molto attesa, si è avuto questo risultato: i cittadini Sorani continueranno a sborsare dalle loro tasche oltre 4 Milioni di euro per sanare sprechi e buchi che non verranno mai colmati, alla faccia dei punti 1.1 e 1.6 del programma elettorale del Sindaco. C’è stato un aumento della tariffa rispetto alla precedente. A causa di questo aumento, a poco è servito lo sconto del 5%, già previsto all’art.25 del preesistente regolamento TARI comunale (sconto dovuto alla realizzazione della raccolta differenziata). Il valore finale della tariffa è di poco inferiore alla precedente se non pressoché immutato e ciò rende sfacciato il dire dell’Assessora al bilancio quando non si fa scrupolo di vantarsi di averla ridotta.

Di fronte a tanta indeterminazione ed incertezza nell’azione di questa amministrazione appare piuttosto patetico il tentativo del Sindaco nello sperticarsi intorno agli obiettivi futuri del DUP 2017/2019, o libro dei sogni.

Sinistra Unita Sora espone questo resoconto dell’ultimo consiglio comunale per rendere chiaro ad ogni singolo cittadino l’inconcludenza nell’operare di questa amministrazione e continuerà a svolgere questa azione di informazione e di servizio con puntualità per mostrare fino in fondo l’incapacità di governo dell’amministrazione De Donatis.

Sinistra Unita Sora

Commenti

banner_mastrazze
loading...