Notizie

SORA – FESTA DI SAN GIULIANO TRADIZIONE RISCOPERTA

Un’antica tradizione voleva che la reliquia di San Giuliano Martire fosse trasportata processionalmente dalla chiesa di Santa Restituta fino alla chiesa rupestre dedicata al Santo sorano, il 27 gennaio. Prima di giungervi, i fedeli sostavano innanzi la Chiesa di San Bartolomeo e poi si proseguiva verso il luogo del martirio. Il rito, andato perduto nella notte dei tempi, è stato riscoperto da Don Francesco Cancelli, grazie a un documento del 1703, e rievocato.

DALL’ARCHIVIO DI SAN BARTOLOMEO:

La Mattina della festa delSanto, la reliquia di San Giuliano viene portata in processionalmente, con la confraternità del SS.mo Sacramento che è in detta chiesa di San Bartolomeo, nella chiesa rurale dedicata al Santo Martire Dalmata. Alla congreca il custode della chiesetta restituisce la cera che viene consumata sia per la processione del mattino nel portare la reliquia, sia per quella del ritorno alla sera.

Nel secolo passato e sul principio del presente, la congregazione dei Poveri sotto il titolo dell’Immacolata Concezione, la mattina a prim’alba di detto giorno (27 gennaio), da Santa Restituta processionalmente si portava in San Bartolomeo, dopo rilevavano l?arciprete con il Capitolo, e si andava colla reliquia del Santo in detta chiesa Rurale ove si celebrava la Santa Messa.

Visita pastorale Parrocchia di San Bartolomeo Anno 1703

Foto: Mirko La Posta

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora


loading...