Comunicati Stampa OFFERTE DI LAVORO

SORA – IL M5S: “LA REGIONE PROMETTE UN NUOVO OSPEDALE MA NON RISOLVE I PROBLEMI DI ORGANICO”

Comunicato stampa del Movimento 5 Stelle di Sora

Negli ultimi giorni, in città, si è parlato molto degli oltre 100 mln di Euro (tutti sulla carta e non ancora stanziati) della proposta di ripartizione fondi che la Regione ha presentato al Ministero per ottenere la necessaria autorizzazione, allo scopo di costruire un nuovo ospedale a Sora e per eseguire anche dei lavori manutenzione al “Ss. Trinità” e al vecchio ospedale (Distretto C).

Se questi soldi, un giorno, dovessero venire stanziati, con i tempi biblici necessari in Italia per la realizzazione delle opere pubbliche, forse i nostri nipoti vedranno il nuovo ospedale. Si tratta di un’operazione a lungo o lunghissimo termine, che non affronta e non risolve nessuno degli attuali problemi del “Ss. Trinità”, soprattutto quelli legati alla cronica carenza di organico.

Da un lato, con l’avvicinarsi delle elezioni, viene promesso un ospedale nuovo, dall’altro continua a registrarsi l’assenza di una seria politica di pianificazione e gestione del personale. La conseguenza è che ormai da numerosi anni che l’organico è in forte sofferenza ed il personale è costretto a lavorare in condizioni molto difficili. Ogni volta vengono trovate delle soluzioni tampone per superare un’emergenza per un breve periodo. Purtroppo, a farne le spese sono i cittadini più deboli: coloro che necessitano di una sanità a misura d’uomo soprattutto vicina ad essi.

Negli scorsi mesi il M5S Sora ha più volte evidenziato i vari problemi legati alla carenza di organico (medici, infermieri, tecnici ed ausiliari) e sollecitato l’intervento del Commissario Straordinario dell’A.S.L., il dott. Macchitella.

In particolare, lo scorso mese (si veda il link: http://www.sora5stelle.it/ospedale-succedera-maggio/) era stato lanciato l’allarme relativo alla carenza di anestesisti e di ginecologi, in quest’ultimo caso per il trasferimento di due unità in favore di Alatri. Per quanto concerne gli anestesisti, l’ASL ha scritto degli atti in merito, ma dalla lettura della Delibera n. 700, del 9 maggio u.s., emerge chiaramente che il tentativo di reperire il personale attraverso le varie graduatorie, compresa quella regionale, non ha prodotto i risultati sperati. Infatti, dei tre medici anestesisti a tempo determinato necessari per tamponare la carenza di organico del “Ss. Trinità”, è stato trovato un solo medico disponibile, entrato in ospedale dal 7 maggio u.s.. Pertanto, l’A.S.L. ha ripiegato su una soluzione alternativa, quella di conferire un incarico di collaborazione professionale di 36 ore settimanali a partita IVA, della durata di tre mesi eventualmente rinnovabili per altre tre mesi. La procedura è solo all’inizio però, e si deve sperare che almeno questa soluzione produca qualche effetto .

Per quanto concerne Ginecologia e Ostetricia, a fronte della recente conferma per un ulteriore anno del direttore del Reparto, dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) arrivare una nuova unità nel mese di giugno, ma nel frattempo è stato perso un medico ad inizio maggio, un altro sarà perso a metà mese ed è, inoltre, necessario trovare un’istologa per poter eseguire alcuni interventi di ginecologia. Infine, a breve potrebbe concretizzarsi il rischio di perdere un’altra ginecologa in favore di un ospedale romano.

In conclusione, in evidente contrasto con gli annunci un po’ troppo enfatizzati di Zingaretti e dei suoi sostenitori – anche locali – i problemi urgenti e concreti della carenza di organico restano ancora tutti in piedi.

Commenti

banner_mastrazze
loading...