POLITICA

SORA – LA CONSIGLIERA D’ORAZIO REPLICA ALL’ASSESSORE UCCIERO

Con questa nota la sottoscritta Maria Paola D’Orazio consigliera al Comune di Sora replica all’assessore Silvia Uccero, quanto segue:

ricordo all’assessore Uccero che la sottoscritta fa parte dell’opposizione per cui le proposte per uno sviluppo territoriale commercio ecc. andrebbero cercate , pianificate e proposte dall’ assessore fregiato della delega stessa e dalla maggioranza, ma se non ci si sente in grado di farlo per “pochezza di conoscenze, contenuti e soluzioni ” e mi invita, come si legge dall ’articolo in risposta  che compare sul quotidiano Ciociaria oggi del 21 marzo in questa frase virgolettata e parole riferita alla sottoscritta ”.

La invitiamo nel futuro a segnalarci per tempo le iniziative e soprattutto ad allegare proposte strutturate e con una tangibile e misurabile ricaduta concreta sul territorio!

A prendere  atto con questa sua affermazione, che oltre  tanta confusione su una pianificazione e progettualità tecnica, Lei ha poco chiaro le dinamiche e i ruoli politici tra maggioranza ed opposizione   dato che, ribadisco, la sottoscritta siede sui banchi dell’ opposizione.

Sicuramente e solo per il bene della città di Sora, lo potrei anche fare, ma per Lei assessore sarebbe  una vera  sconfitta e un’attestazione di incapacità politica ed amministrativa. Per onestà intellettuale verso i Sorani potrebbe saggiamente concludere con le sue dimissioni.

Riguardo poi al resto, alla segnalazione di proposte corredate da atti Le ricordo la mia proposta, a seguito della nomina di consigliere Nazionale Anci componente della Commissione Attività produttive Anci Nazionale, che risale a novembre 2017 in cui già nei lavori della prima commissione in cui ho partecipato, ho provato a proporre, per il rilancio delle attività commerciali della città di Sora, un protocollo d’intesa con l’Anci Nazionale ha stilato con la Confcommercio Nazionale , consegnando anche per l’appunto il cartaceo per una possibile valutazione di questa eventuale  opportunità alla maggioranza, ancora non ho avuto risposta e mi chiedo che fine ha fatto? Lei lo ha letto? Come mai non ha dato nessun tipo di risposta alla mia proposta? Eppure cara Assessore Lei era stata prontamente avvertita e più volte reiterato l’invito verbalmente di studiare la fattibilità. Ad oggi, comunque fa scrivere articoli contradditori al suo operato ed ancora non ho avuto nessun tipo di risposta in merito .

La proposta di protocollo d’intesa tra l’Anci Nazionale e la Confcommercio Nazionale, a mio avviso , come ha creato un  vantaggio economico in altri Comuni d’Italia , potrebbe dare anche a Sora l’opportunità di pianificare, valutare ed avviare azioni di promozione delle politiche UE al fine di valorizzare attività specifiche dei territori comunque finalizzate all’attivazione di dinamiche di sviluppo locale sostenibile e che favoriscono l’integrazione funzionale tra i diversi settori economici .

Aggiungo in fine una personale riflessione sulla sua affermazione nell’articolo “ Affermare genericamente di voler promuovere le eccellenze senza segnalarne, affidando virtù salvitiche e di miracolo economico ecc.”

Prendo atto infine che Lei non essendo Sorana   non   conosce neanche una eccellenza del territorio come la ciambella sorana, ed aggiungo  che   è  noto a tutti,  anche ai ragazzi fin dalle scuole elementari, che la promozione e  Il marketing territoriale si fonda sulle eccellenze turistiche, paesaggistiche ,e enogastronomiche  di una città o paese che siano, e che  potrebbero essere un volano di rilancio economico  di una città , mentre, al contrario,   con queste affermazioni Lei assessore Uccero, mette in dubbio, una teoria di rilancio di economica territoriale che molti economisti stanno sostenendo dall’Europa, in Regione con progetti integrati come i PSR e GAL, nell’Ente Provincia, tutti Enti sovracomunali con i quali Lei afferma di muoversi in “ Maniera Integrata”; a questo punto è doverosa una riflessione verso i cittadini e la città di Sora… ma stiamo su “ Scherzi a Parte “ ! o si sta amministrando una città?

La invito caro assessore, prima di far scrivere frasi alquanto  impattanti per chi legge, ma contradditorie sul proprio operato, di farsi un esame di “ coscienza politica “ su cosa Lei nel suo assessorato sta concretamente facendo per la città di Sora, e riguardo la elencazioni di cose iniziate ed intraprese da altri come: contratti di quartiere, reti e zone franche urbane, abbia l’onesta intellettuale e politica di ammettere che  Lei, se le è  trovate  in fortunata eredità, frutto di un lavoro svolto da  altre persone che, prima di Lei, hanno lavorato concretamente , in questi anni nelle precedenti due  amministrazioni , al fine di raggiungere questi obiettivi per la città di Sora.

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora


loading...