CRONACA

SORA – SI RIFIUTA DI FARSI IDENTIFICARE – UN CARABINIERE AL PRONTO SOCCORSO

Nel pomeriggio di sabato, in Sora, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della locale Stazione traevano in arresto un 23enne senegalese richiedente asilo politico, domiciliato a Pignataro Interamna, già censito per reati contro la persona, ritenuto responsabile dei reati di “violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale”.

Dalla serata del giorno precedente, erano iniziati una serie di controlli in tutti gli esercizi della giurisdizione della Compagnia di Sora, volti ad individuare l’autore del tentato borseggio avvenuto in un negozio del capoluogo volsco da parte di un cittadino extracomunitario.

Proprio nel quadro di tale attività, intorno alle ore 13:00, durante un controllo di polizia eseguito all’interno di un bar del luogo, i militari operanti procedevano all’identificazione del 23enne, il quale dapprima rifiutava di fornire le proprie generalità e successivamente, con fare sempre più aggressivo iniziava ad insultare i due Carabinieri, per poi scagliarsi con violenza contro di loro tentando di darsi alla fuga.

Il senegalese veniva immediatamente raggiunto e tratto in arresto dai militari, supportati da altri due colleghi della Stazione sopraggiunti in loro ausilio ed al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G., veniva posto agli arresti domiciliari presso il proprio domicilio.

Per uno dei Carabinieri intervenuti, si rendevano necessarie le cure da parte dei sanitari del locale nosocomio, a causa di lievi lesioni riportate in conseguenza della reazione violenta dell’arrestato al momento del controllo.

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora GARDEN Center Sora


loading...