Comunicati Stampa CRONACA

TENTANO DI INCASSARE UN ASSEGNO DA 165.000 EURO ALLE POSTE – ERA FOTOCOPIATO

Nella mattinata di ieri, in Ferentino, i militari della locale Stazione Carabinieri nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio traevano in arresto nella flagranza di reato due persone rispettivamente di 47 e 45 anni  (già censiti per reati specifici) e ne denunciavano altre due di 54 e 49 anni, tutti resisi responsabili a vario titolo di truffa, falsità materiale e porto abusivo di armi.

In particolare, intorno alle ore 10.30, gli arrestati si presentavano all’interno dell’Ufficio postale di Ferentino scalo, tentando di incassare un’assegno postale dell’importo di Euro 165.000,00, il cui beneficiario era uno dei due. I militari operanti, intervenuti su richiesta del Direttore, insospettitosi per la cifra esorbitante e per l’atteggiamento dei prevenuti, fermavano entrambi accertando che l’assegno in loro possesso presentava lo stesso numero e lo stesso importo di altro titolo emesso da un Ufficio postale della provincia di Caserta in favore di un’altra persona, la quale proprio in mattinata legittimamente lo aveva accreditato per una vendita immobiliare presso un Istituto di Credito. I militari, inoltre, appena giunti all’interno dell’Ufficio, oltre ad accertare quanto sopra, effettuavano nell’immediatezza una perquisizione personale nei confronti di entrambi, trovando in dosso al 47enne un coltello a serramanico del genere proibito; gli operanti, evitavano altresì che le due persone potessero avere dei contatti telefonici, controllando a vista i loro telefoni cellulari. Difatti, proprio dal controllo dei telefonini, i militari scoprivano la presenza di altri due correi posizionati all’esterno dell’Ufficio Postale, i quali non appena visti i militari si erano preoccupati di inviare sul telefono cellulare di uno dei due alcuni messaggi via whatsApp, comunicando la presenza delle Forze dell’Ordine, senza però che gli arrestati se ne avvedessero.

Poco dopo, venivano individuati anche i complici, fermati anch’essi.

Ciò premesso, il 47enne ed il 45enne venivano tratti in arresto, mentre i due complici venivano deferiti in stato di libertà in quanto incensurati.

Il Direttore dell’Ufficio postale di Ferentino scalo ringraziava i Carabinieri per il loro tempestivo ed efficace intervento.

Commenti

banner_mastrazze
loading...