CRONACA

TITOLARE DI UNA CAFFETTERIA SMETTE DI SUBIRE VIOLENZE FISICHE E PSICOLOGICHE

Riceviamo e pubblichiamo:

Nella mattinata odierna, i Carabinieri del NORM della Compagnia di Frosinone hanno arrestato, per i delitti di estorsione e rapina in concorso, un pluripregiudicato 43enne del capoluogo, già noto alla giustizia per reati di usura, estorsione, ricettazione e sugli stupefacenti, unitamente al figlio 26enne, anch’egli noto per reati minori, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare personale emessa dal Tribunale di Frosinone – Sez. GIP, D.ssa Logoluso, a seguito di specifica richiesta da parte del reparto operante. I due uomini, dal maggio 2013 ad oggi, con una persistente condotta prevaricatrice, con minacce e violenze fisiche e psicologiche, costringevano il titolare di una nota caffetteria del capoluogo a fornire loro ed a conoscenti, giornalmente o in occasione di compleanni e ricorrenze varie, laute consumazioni, a base di champagne e spumanti di marca, pretendendo di andare via senza pagare il relativo conto. In particolare, con atteggiamento prepotente e vessatorio, cercavano di intimorire psicologicamente il titolare al fine di farlo cedere alle loro condizioni, proponendosi peraltro quali “garanti di protezione” del locale ed offrendosi per prestiti di denaro. Non soddisfatti del trattamento “di favore” riservatogli, giungevano a percuotere il titolare dell’esercizio commerciale che, finalmente, decideva quindi di denunciare la vicenda ai Carabinieri della Compagnia di Frosinone. Al termine delle formalità di rito, i due sono stati condotti presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria. A loro carico, inoltre, verranno avanzate proposte per l’applicazione di idonee misure di prevenzione.

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora banner_mastrazze
loading...