CULTURA E INTRATTENIMENTO

UN RITRATTO DI RICCARDO ROSSINI, L’AUTORE DEL QUADRO CHE LA CITTA’ DI SORA HA DONATO A NORCIA

Riccardo Rossini è un giovanotto di diciassette anni, studente del Liceo Artistico di Sora, indirizzo arti figurative, è nato ed è sempre vissuto a Fontanaliri.

Riccardo è un ragazzo brillante con le idee chiare, sta misurando  le proprie capacità per ben progettare il proprio futuro. Non sa ancora se proseguire gli studi nel solco delle arti figurative o virare la sua preparazione sulla musica e la danza, altre discipline che ben padroneggia.

E’ stato scelto per portare un contributo artistico a Norcia, colpita di recente dal sisma che ha devastato il centro Italia, il suo lavoro è stato donato, da una delegazione ufficiale che ha visitato il centro Umbro in questi giorni,  quale messaggio di rinascita e speranza.

Riccardo ha usato la tecnica dell’acrilico su tela per fotografare uno scorcio della piazza principale di Norcia, veduta sovrastata dal Santo della Città Umbra, S. Benedetto.

Il Rossini ha voluto utilizzare i simboli iconografici tipici del Santo di Norcia cioè la regola, il  pastorale, e la mano benedicente, benché l’autore abbia una giovane età, il tratto e la tecnica sono già definite, ha già un suo stile che caratterizza il suo lavoro.

La figura di S. Benedetto risalta in primo piano sulla veduta della città e delle montagne in secondo piano, il giovane artista ha scelto di dipingere la scena all’alba, quando i raggi di un sole nascente ridanno alla scena luce e speranza. Speranza per un futuro reso incerto dal sisma, ottimismo per un avvenire che non dà sicurezze, perché la crisi, le forze della natura, il declino sociale parrebbero non dare scampo al nostro paese. Invece Riccardo ha ambientato la scena alle prime ore del giorno, dove il sole nascente si intuisce in un angolo della scena,  ha scelto l’alba per illuminare il nostro futuro, infondere quella fiducia necessaria per affrontare le sfide dell’avvenire.

Non a caso Riccardo Rossini è stato scelto insieme ad una sua compagna di scuola, Alessia Pisani, dell’indirizzo moda, per realizzare il drappo che sarà vinto dalla squadra che primeggerà durante le sfide del Gonfalone di Arpino la prossima estate.

Forza Riccardo ed Alessia, vi terremo d’occhio!

Commenti

banner_mastrazze
loading...