Sport

VOLLEY – SPETTACOLO SUGLI SPALTI, LA BIOSI’ INDEXA SORA LOTTA E PERDE CON DIGNITA’

di Mario Iafrate

La Biosì Indexa Sora nel secondo incontro casalingo lotta con dignità contro la fortissima Sir Safety Conad Perugia di Zaytsev e perde per 3 set a 0.
Nella terza giornata di campionato di Superlega la Biosì Indexa Sora, al palaglobo Luca Polsinelli perde per 3 set a 0, contro la corazzata Sir Safety Conad Perugia e subisce la terza sconfitta consecutiva. In questa gara la Biosì Indexa Sora mostra segnali positivi lottando nei primi due set, come già aveva fatto contro Modena, ma purtroppo si palesa tutto il grande potenziale della squadra umbra che la costringe alla resa. Al palaglobo è ancora lo spettacolo il grande protagonista: non solo le tifoserie organizzate delle due curve (“Sirmaniaci” e “Guerrieri volsci”) ma anche tanti appassionati di pallavolo accorsi per l’alto livello dell’incontro. Da segnalare anche prima dell’inizio della gara il gesto di grande signorilità e sportività del simpatico Presidente di Perugia Sirci che ha consegnato a patron Giannetti il simbolico scudetto della vittoria del campionato di A2 dello scorso anno.

Coach Bagnoli, in partenza schiera la Biosì Indexa Sora: Seganov regista e Miskevich opposto, la coppia di centrali Gotsev e Mattei, i martelli Rosso e Kalinin, e Santucci libero.

Mister Kovac schiera il sestetto del Perugia con la seguente formazione: De Cecco in palleggio, Zaytsev come opposto, Russell e Berger in posto 4, Buti e Podrascanin centrali, Bari e Tosi si alternano nel ruolo di libero.

Nel primo set inizialmente le due squadre si fronteggiano alla pari mostrando un buon rendimento nel cambio palla, equilibrio che si spezza tuttavia con il turno di battuta di Russell e con l’incisiva azione a muro di Podrascanin, grazie ai quali Perugia ottiene un importante allungo. La Biosì Indexa Sora si mostra efficiente in attacco con Rosso e Miskevich, ma con il proprio servizio non sa mettere in difficoltà la ricezione perugina. La squadra sorana si batte fino alla fine ma non riesce ad agguantare l’avversario, nonostante qualche errore commesso da quest’ultimo, e cede il set con il punteggio di 25 a 22.

Nel secondo set, la Sir Safety Perugia incide soprattutto con l’attacco al centro, in particolare con Buti. La Biosì Indexa Sora riesce a rimanere agganciata all’avversario: con Rosso in battuta agguanta la parità a metà set e con una buona combinazione d’attacco Seganov Gotsev unita ad un buon rendimento di squadra nel fondamentale di muro, riesce a portarsi in vantaggio. Si assiste ad un finale avvincente dove le due squadre si fronteggiano punto a punto ma a spuntarla è Perugia che si aggiudica il set con il punteggio di 25 a 23.

Nel terzo set la squadra sorana nonostante la situazione psicologica sfavorevole, inizia lottando alla pari ma l’avversario nel corso del set non concede niente. La Biosì Indexa Sora cerca di non sprofondare e si fa notare con la buona prestazione di Rosso, ma commette anche numerosi errori e cede sotto i colpi di un’incalzante Perugia in cui spicca l’apporto dei suoi eccellenti giocatori e si aggiudica facilmente il set con il punteggio di 25 a 17.
Mercoledì 19 Ottobre, nella quarta giornata di campionato di Superlega, la Biosì Indexa Sora giocherà in trasferta alle 20.30 il turno infrasettimanale a Civitanova Marche contro ancora una forte squadra come la Cucine Lube Civitanova Marche dove militano tre medaglie d’argento olimpiche italiane: l’allenatore Blengini, Juantorena, Cester, ed altri campioni internazionali quali: Sokolov, Kaliberda, Stankovic, Gebrenicov, Crhistianson.

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora banner_mastrazze
loading...