Comunicati Stampa Sport

ALLE FINAL FOUR PROVINCIALI UNDER 14 FEMMINILI, SORA BELLA MA NON BASTA

Riceviamo e pubblichiamo:

Medaglia di legno per le giovanissime atlete delll’Under14 della Biosì Indexa Isola del Liri che, dopo aver disputato un campionato degno di nota e un quarto di finale di tutto rispetto, nelle Final Four Provinciali, andate in scena a Supino, non sono riuscite a concretizzare quanto di bello avevano guadagnato con perseveranza e sudore.

Nelle semifinali, al meglio dei tre set, le atlete di Patron Giannetti si sono inchinate alle coetanee dell’ASD Pallianus Volley per 0-2 (17-25 / 11-25). Ad aspettarle poi, nella finale che avrebbe decretato terza e quarta qualificata c’erano le cugine dell’Olimpia Volley Sora, uscite anch’esse sconfitte con lo stesso risultato, (12-25/ 24-26), nel turno di semifinale per mano delle coetanee del C.L.S. Volley Liri.

Anche nel secondo match di giornata però, le giovani volsche risultano sottotono tanto da arrendersi al cospetto delle dell’Olimpia per 0-3 (25-27 / 9-25 / 12-25).

Al fischio d’inizio del signor Scarpa Alessandro, della prima semifinale di giornata, coach Pica schiera Conte al palleggio opposta a Petitti, Silani e Ciraudo di banda e la coppia Grimaldi-Fusco al centro.

Ottimo avvio di match per le sorane che subito si portano in vantaggio 3-0 e poi 7-2, grazie all’ottimo turno in battuta di Ciraudo, costringendo la panchina palianese a fermare il gioco. Al ritorno in campo però, il game sembra cambiare rotta con le ragazze di coach Prosperini più risolute, tanto da riuscire a ribaltare la situazione e segnare sul tabellone l’8-9. I troppi errori nella metà campo volsca costringono la panchina a richiamare all’attenzione le proprie ragazze, ma una strigliata e diversi cambi non bastano. Il set scivola piano piano dalle mani delle sorane che, con atteggiamento quasi arrendevole, non oppongono resistenza alla furia avversaria e si lasciano sovrastare con il parziale di 17-25.

Nel secondo set le palianesi viaggiano sulle ali dell’entusiasmo mentre alle sorane manca quel pizzico di cattiveria agonistica con la quale avevano aperto il match. Sin dai primi scambi la formazione del Presidente Vicini subisce la battuta avversaria tanto da ritrovarsi in svantaggio 7-1, complice una ricezione che fa fatica a ingranare. Coach Pica allora, ferma il gioco e richiama a sé le proprie atlete, ma ormai le avversarie viaggiano dirette verso la vittoria. 11-4, 13-5, la Biosì Indexa fatica a tenere la palla e costringe la propria panchina ad altri numerosi cambi. Nulla da fare, le palianesi aggrediscono al servizio e, proprio dai 9 metri, sigillano il 25-11 che vale il set e il match.

Escono quindi sconfitte dalla semifinale le sorane, ma ad aspettarle, per la finale terzo/quarto posto, ci sono le cugine dell’Olimpia Volley Sora.

Coach Pica fiducioso, decide di iniziare il derby con la stessa formazione con la quale era sceso in campo nella prima gara di giornata.

Dopo l’apparente equilibrio dei primi scambi del match, sul 7-8 le ragazze di coach Anna Fabrizio sprintano e si portano avanti fino al 10-16 sfruttando le lacune difensive della Biosì Indexa. L’ottimo turno al servizio di Ciraudo riapre i giochi facendo segnare sul tabellone il 17 pari, nonostante il time out e il cambio in retroguardia operati dalla guida tecnica dell’Olimpia per impensierire il martello bianconero. 20-20, 22-22, le due squadre viaggiano punto a punto, ma a permettere alle avversarie di portarsi sul 25-27 dello 0-1, è ancora un errore difensivo della squadra di coach Pica che sul più bello, va in svantaggio.

Anche il secondo set si apre in netto equilibrio, con la formazione del Presidente Vicini che, con un gioco pulito ed essenziale, sembra voler rimanere attaccata al set e al match. A dare il la alla fuga della squadra avversaria è un ottimo turno al servizio che, dal 7-8 porta la contesa sul 19-8. A nulla serve il cambio di diagonale effettuato dalla panchina dell’Argos Volley, le sorane sembrano ormai essersi arrese mentre gli errori al servizio continuano ad aumentare il gap tra le due squadre. Anche il secondo set quindi, si chiude ad appannaggio delle atlete dell’Olimpia Volley con il parziale di 9-25.

Nel terzo continua la striscia positiva delle atlete di coach Fabrizio che staccano bene dai blocchi e segnano il 4-8. La Biosì Indexa risponde con l’ottimo turno al servizio di Grimaldi che permette alla propria formazione di restare aggrappata al set con il 9-11. La panchina dell’Olimpia richiama le proprie ragazze e al rientro in campo non c’è storia. Ogni tentativo del sestetto di Patron Giannetti sembra vano, il sestetto non riesce a ostacolare la furia avversaria continuando a subire troppo in ricezione e permettendo alle avversarie di segnare il 12-25 che vale il set e il match.

Le atlete che hanno disputato il campionato e le Final Four Provinciali portando alto il nome dell’Argos Volley, sono: Capobianco Alice, Certa Giulia, Ciraudo Asia (K), Conte Giulia, D’orazio Federica, Fusco Chiara, Grimaldi Letizia, Mancini Giulia, Mattacchione Giorgia, Petitti Giulia, Silani Giulia, Terribile Giorgia.

Commenti

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso