COMUNE

ARPINO – GIUNTA, PER L’ASSESSORA POLSINELLI UN’ASSENZA TIRA L’ALTRA

Non c’è niente da fare. Alle assenze seguono assenze. Le responsabilità formali non vengo assunte. L’attività è sconosciuta. I benefici per il paese inesistenti. Eppure l’assessore Valentina Polsinelli (turismo e servizi sociali) continua a far parte della giunta comunale. In senso astratto.

Da settembre, cioè da sei mesi, la giunta si è riunita (almeno stando alle carte pubblicate) una dozzina di volte, quasi sempre in presenza, vale a dire in Municipio. La Polsinelli ha partecipato ad una sola seduta dell’esecutivo. Una soltanto, cioè più o meno l’8%. E’ risultata assente anche quando c’erano da esaminare argomenti di pertinenza delle deleghe assegnatele.

Magari la giovane amministratrice non ha tempo, forse non può partecipare attivamente alla vita amministrativa del paese in cui è assessore da anni, non può cioè impegnarsi per l’esclusivo interesse della comunità. Forse, è un’altra ipotesi, è in rotta di collisione con qualcuno della giunta. In un caso o nell’altro poco importa. Se uno accetta il ruolo dovrebbe comportarsi di conseguenza. E se non può rispettare l’impegno preso c’è una sola strada: le dimissioni. In modo da far posto a qualcuno che magari quel ruolo e quell’impegno vogliono rispettarli.

E come al solito tutto ciò ignorato è dal sindaco Rea, il quale dovrebbe spiegare come mai tiene in giunta un assessore che non partecipa quasi mai alla giunta. Qual è il motivo?

Dispiace dover sottolineare, ancora una volta, questi aspetti, ma la Polsinelli è assessore in un ente pubblico e quindi dovrebbe rispondere al pubblico, cioè ai cittadini che ormai la vedono solo su facebook. Ogni tanto.

Infine, un dettaglio: ma l’indennità la riscuote?


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso