Comunicati Stampa CULTURA E INTRATTENIMENTO

ARPINO – IL GONFALONE 2016: 4 GIORNI DI STORIA, ARTE, TRADIZIONI E GARE

Riceviamo e pubblichiamo:

4 giornate nella città di Cicerone per vivere l’evento dell’estate arpinate 2016.
4 giornate ricche di storia, arte, tradizioni, antichi mestieri e gare agonistiche popolari, come la corsa con la Cannata, gara simbolo del palio arpinate.
4 giornate indimenticabili !!
4 eventi in un grande appuntamento
Gli antichi mestieri e le rievocazioni in costume tipico
Il Festival di musica popolare e il saltarello ciociaro
La degustazione di piatti e prodotti tipici
Le gare valide per l’assegnazione del palio

ECCO I GIORNI DEL PALIO DE “IL GONFALONE DI ARPINO” 18-19-20-21 Agosto 2016
Grande attesa per il concerto di sabato 20 agosto degli MBL, reduci dal grande successo alla Notte della Taranta

La magia del Gonfalone nasce 46 anni fa, nel 1970, anno della fondazione dell’Associazione Pro loco di Arpino con la presidenza di Massimo Struffi.

Oggi il palio della città di Cicerone coinvolge attivamente più di mille contradaioli, attrae in città quasi 50.000 turisti, cittadini e arpinati residenti all’estero che si danno appuntamento ad Arpino nei giorni della festa e nei 4 giorni del Palio.

Nella terza ed ultima fase del Gonfalone si comincia giovedì 18 Agosto con “A tavola con i contradaioli di Quartieri e Contrade” a seguire verrà attribuito il premio speciale dedicato al costume ciociaro, le 7 coppie saranno valutate da una giuria e premiati durante la serata, il programma si concluderà con il concerto di musica tradizionale di Lorenzo Rea e Radici Popolari.

Venerdì 19 agosto dalle 18 in poi inizia un viaggio  nel tempo, la ricostruzione nel centro storico di antichi mestieri e tradizioni, la Contrada VIGNEPIANE in Piazza S. Francesco) proporrà “nna cannàta re uójje“, il Quartiere ARCO in piazza Municipio nei pressi della Salita dell’Arco racconterà “La famiglia patriarcale contadina“, il Quartiere CIVITA FALCONARA all’ombra della Fontana dell‘Aquila rievocherà “La domenica Civitana“, la Contrada COLLECARINO in Piazza Municipio ricostruirà “Lo studio del pittore dell’ ‘800“, la Contrada VUOTTI  metterà su “La buttega“,il Quartiere PONTE in Piazza S. Francesco “Dagl camp alla buttega” e per finire la Contrada VALLONE nel largario Pasquale Rotondi proporrà “Malefica et Malefici. Riti, credenze popolari e…“.
Il programma della giornata si concluderà alle ore  21.00 con il “Premio speciale Balletto Ciociaro” e alle 22.30 il Concerto per il Gonfalone con   “Giuliano Campoli” e gli Amasud.

Nelle due giornate conclusive le gare valide per l’assegnazione del Gonfalone, alle ore 18.00 di Sabato 20 Agosto la Corsa con gli Asini, alle 21.00 le premiazioni dei Premi Speciali (Piatto tipico, Festa, Angolo caratteristico e Balletto ciociaro), con l’esibizione dei primi 3 balletti classificati, alle 22.00 chiusura con il concerto per il Gonfalone degli “MBL Musicisti Basso Lazio” e Benedetto Vecchio, reduci dal grande successo della “Notte della Taranta”.

Domenica 21 Agosto dalle ore 16.00 si inizia con il corteo storico delle contrade e quartieri, l’apertura è riservata al “Ballo della Cannata” e agli sbandieratori Città di Cori.

Subito dopo iniziano le altre gare valide per l’assegnazione del drappo 2016.

Alle 18,30 in Corso Tulliano si parte con la “Corsa con la Carriola”, alle 19:00 la “Corsa con la Cannata”, alle 19:30 la “Corsa con i Sacchi”, alle 20:00 la “Corsa della Staffetta” con le ciocie.

Ultima gara sarà il “Tiro alla Fune”, nella gremita piazza Municipio.

A presentare la manifestazione anche quest’anno ci sarà Fabrizio Casinelli, affiancato sul palco da Renato Rea e alla partenza da Luciano Rea.

L’evento è organizzato dalla Pro Loco e dal Comune di Arpino con il patrocinio e contributo della Regione Lazio, della Provincia di Frosinone e della XV Comunità Montana Valle del Liri.

Diretta streaming sul sito: www.ilgonfalonediarpino.it, www.arpinoturismo.it e su www.ciociariaturismo.it

Per il dopo palio, la Pro Loco in condivisione con il Comune e i Quartieri e Contrade lavorerà per la creazione del Museo della Città, unificando Museo della Lana, Museo della Liuteria e Mostra del Gonfalone.

Commenti

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso