Sport

BIOSI’ INDEXA SORA – PIACENZA, IL COMMENTO

Con qualche rammarico la Biosì Indexa Sora perde per 3 set a 0, contro la forte squadra di Piacenza.

Dopo la buona prestazione messa in campo a Verona, la Biosì Indexa Sora affronta in casa la forte squadra di Piacenza, intenzionata a conquistare la quarta vittoria consecutiva. La squadra emiliana attrezzata per prestigiosi traguardi schiera nel suo roster alcuni giocatori che hanno fatto la storia della pallavolo italiana (Papi, Zlatanov, Parodi) ed altri di caratura internazionale (Hierrezuelo, Hernandez, Yosifov, Clevenot, Marshall ). In questa gara la Biosì Indexa Sora non riesce ad essere cinica e determinata in alcuni momenti cruciali, alla fine del primo e del terzo set, che avrebbero potuto far volgere a proprio favore il risultato della partita. Dall’altra parte un Piacenza che non concede nulla, che si avvale di un’elevata qualità di squadra e di un’efficienza del fondamentale della battuta. Al Palaglobo si registra ancora una calorosa partecipazione di pubblico e tifosi con il gruppo sempre più organizzato dei “Guerrieri volsci”. Con cori e striscioni saluta affettuosamente anche il giornalista “Luca Rea” colpito di recente da un grave malore.

Coach Bagnoli, in partenza schiera la Biosì Indexa Sora: Seganov regista e Miskevich opposto, la coppia di centrali Gotsev e Mattei, i martelli Rosso e Kalinin, e Santucci libero.

Mister Giuliani schiera il sestetto del Piacenza con la seguente formazione: Hierrezuelo in palleggio, Hernandez come opposto, Marshall e Clevenot in posto 4, Alletti e Tencati centrali, Manià nel ruolo di libero.

Nel primo parziale la Biosì Indexa Sora inizia con buona determinazione e con un buon rendimento in tutti fondamentali che le consentono di condurre il set in vantaggio quasi fino alla fine. E’ da rilevare la buona prestazione in attacco di Rosso e Miskevich, che si fa apprezzare anche in battuta. Il Piacenza riesce, comunque, a contenere la squadra sorana facendo ricorso soprattutto al fondamentale della battuta e alla grande qualità della panchina (buono l’ingresso di Yosifov al posto di Tencati). Sul finale la Biosì Indexa Sora spreca il doppio vantaggio (24 a 22) e offre la possibilità agli avversari di conquistare ai vantaggi la vittoria del set con il punteggio di 27 a 25.

Nel secondo set, la Biosì Indexa Sora sembra risentire psicologicamente dell’occasione persa nel primo set mostrando un calo di rendimento nel cambio palla, nella ricezione e nell’attacco. Il Piacenza invece continua a giocare con sicurezza affidandosi ancora all’incisività della sua battuta ( Hennandez, Hierrezuelo, Marshall) e alla buona efficienza degli altri fondamentali. Dopo aver condotto quasi sempre in vantaggio chiude il set con il punteggio di 25 a 20.

Nel terzo e decisivo set la squadra sorana cerca di rientrare in partita migliorando nei diversi fondamentali e segnalando un maggior rendimento a muro. Di fronte tuttavia ha una squadra forte in tutti i reparti, che fa sentire la qualità del suo gioco e la determinazione nel portarsi a casa la quarta vittoria consecutiva. Sul finale del set si assiste ad una lotta punto a punto che fa sperare alla Biosì Indexa Sora di riaprire il match, ma il Piacenza con concretezza e lucidità riesce a spuntarla, aggiudicandosi il set con il punteggio di 25 a 23.
Domenica 6 Novembre alle ore 18.00 la Biosì Indexa Sora giocherà in trasferta contro l’Exprivia Molfetta e Mercoledì 9 Novembre alle 20.30 affronterà ancora una trasferta per giocare contro il Latina il suo primo derby laziale di Superlega.

Mario Iafrate

Commenti

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso

GEM Srl - Soggiorni Estivi