Comunicati Stampa Notizie Sport

CALCIO, SORA SCONFITTO A PALESTRINA MA PUO’ FESTEGGIARE LA SALVEZZA

Il Sora perde a Palestrina ma firma il pass salvezza grazie ai risultati maturati sugli altri campi. L’Aprilia affonda il Selargius e decide in positivo le sorti dei bianconeri. Allo Sbardella termina 3-1 per i padroni di casa nonostante sia la formazione di mister Buccilli a sbloccare la gara. Appena sette minuti di gioco e Marco Simoncelli apre le danze con un gol di rara bellezza. Palla ricevuta all’altezza dei venticinque metri, destro a giro sul primo palo che insacca Refice sotto l’incrocio. Reazione Palestrina alla mezz’ora del primo tempo. Ceccarelli al 29’ riceve palla sulla destra da Bosi, superato Bellucci, rasoterra ad incrociare che Frasca riesce appena a toccare. Le reti che chiudono il match arriveranno nella ripresa. All’8’ è ancora Ceccarelli a bucare la retroguardia sorana. Ruggiero crossa in area per lo scatenato attaccante verde-arancio, deviazione di testa indirizzata all’angolino alla sinistra di Frasca, miracolo del portierone bianconero che toglie incredibilmente la palla dallo specchio. A detta dell’assistente Lustri di Avezzano però la sfera è entrata e il direttore di gara convalida il gol al Palestrina. Al 24’ arriverà il 3-1. Il neo entrato Bezziccheri pesca il jolly della domenica e trova l’eurogol dalla lunga distanza che infila Frasca sotto la traversa. Le notizie migliori arrivano da Aprilia a fine gara. La sconfitta del Selargius decide la salvezza bianconera in ragione del gap di punti che separa il Sora dai sardi terz’ultimi in classifica. Buccilli si gode il traguardo raggiunto ma si dice insoddisfatto per la prestazione dei suoi alla vigilia del derby.
«La squadra ha fatto bene per almeno venti minuti, ha trovato immediatamente la rete del vantaggio, poi l’arbitro ha voluto diventare il protagonista della gara. Ci ha ammonito quasi l’intera difesa, ci siamo innervositi e abbiamo perso in sicurezza, e questo non ce lo possiamo permettere. Non mi è piaciuto il nostro atteggiamento dopo il gol del pari, dobbiamo sempre rialzare la testa, contro tutto e tutti. Mai fare le vittime, dobbiamo essere sempre e solo protagonisti».
Non sarà della sfida con l’Isola Liri capitan Bellucci, ammonito nel corso del primo tempo e diffidato.

PALESTRINA-SORA 3-1
PALESTRINA: Refice, Capuano, Ruggiero, Lepore (29’ st Tajani), Mucciarelli, Pralini, Della Penna, Ceccarelli S.(42’ st Cangiano), Ceccarelli F., Bosi (17’ st Bezziccheri), Pavic. A disposizione: Zaccaria, Di Cori, Proietti, Rossi, Tuninetti, Neccia. Allenatore: Cangiano.
SORA: Frasca, Cardazzi, Lombardo, Simoncelli A. (16’ st Lilla), Di Stasio (9’ st Maccaroni), Bellucci, De Marco (34’ st Blandino), Cataldi, Pagni, De Bruno, Simoncelli M. A disposizione: Pasini, Berardi, Barigelli, Cestrone.
ARBITRO: Lillo di Brindisi.
ASSISTENTI: Piccirilli di L’Aquila e Lustri di Avezzano.
MARCATORI: 7’ pt Simoncelli M. (S), 29’ pt, 8’ st Ceccarelli F. (P), 24’ st Bezziccheri (P)
AMMONITI: Bellucci (S), Lombardo (S), DI Stasio (S), De Bruno (S), Pralini (P), Lepore (P)
NOTE: Spettatori: 200 circa. Corner: 8-7.

Comunicato Stampa Sora Calcio

Commenti

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso