Comunicati Stampa Notizie

CASALVIERI – CASO BORZA: ARRIVA LA “TIRATA DI ORECCHIE” DAL SINDACO MOSCONE

Dal sindaco di Casalvieri Franco Moscone riceviamo una nota di risposta alle dichiarazioni rese l’8 agosto scorso dal consigliere comunale Mario Borza ( https://www.iowebbo.it/casalvieri-il-sindaco-moscone-incassa-il-primo-no/ ).
La pubblichiamo di seguito :

“In riferimento al consiglio comunale del 29 luglio scorso, i due punti posti all’o.d.g. sono stati ampiamente illustrati dal sottoscritto in ogni singolo dettaglio ecome sempre alla fine di ogni illustrazione, è stata aperta la discussione per chiarire meglio quanto posto in delibera. Il Consigliere Borza, anche se presente alla seduta, non ha né preso la parola né chiesto alcuna spiegazione, limitandosi a consegnare un foglietto dove annunciava il voto contrario.

Per quanto riguarda la convocazione alla seduta del Consiglio Comunale, che per legge deve essere effettuata, all’indirizzo comunicato in sede di nomina a Consigliere Comunale, essa non poteva essere validamente effettuata per posta elettronica, come invece affermato nel comunicato, perché tale eventualità doveva essere contenuta nel regolamento del Consiglio Comunale, di cui Casalvieri non è provvisto. Il Consigliere Borza, in ogni caso, è stato cercato più volte telefonicamente, dal Messo comunale che, non ricevendo risposta, si è recato, come sempre, all’indirizzo dichiarato per effettuare la notifica. Constatata lassenza del Consigliere anche allindirizzo di notifica il Messo Comunale è stato costretto ad attivare la procedura di irreperibilità alla notificacome stabilito dalla norma. Questo, in sintesi, sarebbe il “giochetto” messo in atto dal Sindaco Moscone.

Lo stesso Consigliere comunque, venuto a conoscenza della riunione, avrebbe potuto prendere visione dei documenti propedeutici al Consiglio Comunale checome da legge, erano a disposizione in copia presso la Sede Comunale. Eventualità questa, che il Consigliere Borza si è guardato bene dal praticare, visto che lo avrebbe costretto a studiare le carte.

Per quanto riguarda la nomina e successiva revoca da Assessore del Comune di Casalvieri va precisato che il consigliere Borza è stato il secondo degli eletti, non il primo, e con solo una decina di voti in più rispetto al terzo e quarto.

All’atto della nomina dei due Assessori che competono al Comune di Casalvieri, è stato precisato dal sottoscritto che la nomina sarebbe stata revocata qualora l’attività dell’Assessore sarebbe stata poco utile all’attività amministrativa del Comune.

Tale condizione fu accettata dai due Assessori, con l’impegno da parte del Borza di risiedere per la maggior parte dell’anno a Casalvieri, per svolgere in maniera efficiente le relative funzioni.

Purtroppo, eletto a fine maggio 2019 il Consigliere Borza, all’inizio di dicembre 2019 è tornato in Irlanda, ripresentandosi a Casalvieri a metà giugno 2021.

All’inizio del 2020, quando ancora la pandemia era lontana, il sottoscritto Sindaco, ha più volte comunicato al consigliere Borza che non poteva fare l’Assessore a distanza e che sarebbe stata necessaria la sua presenza nel Comune, ma il Consigliere era sordo a tali richieste.

Quando è arrivato il momento più duro per la vita del paese, con i contagi che crescevano ogni giorno, la Giunta, ridotta a due soli componenti, con il pericolo che l’assenza di uno dei due mettesse l’Amministrazione nella impossibilità di agire proprio nel momento del bisogno, il sottoscritto prese la decisione di revocare come Assessore il Consigliere Borza, ancora all’estero, ringraziandolo per quanto fatto.

Infine per quanto riguarda la paventata volontà da parte del sottoscritto di far decadere, per le ripetute assenzeil Consigliere Borza, informo che dopo un anno e sei mesi di assenza dal consiglio, sarebbe stato possibile decadere da molto tempo.

Per quanto riguarda la “grande” attività che il consigliere Borza ha svolto in questo periodo, come da lui affermato, per l’espletamento del mandato nei confronti dei Casalvierani, specialmente per quelli residenti all’Estero, non se ne vede alcuna traccia.
A mio avviso sarebbe il caso
di lasciar perdere i buongiorno e buonanotte su Facebook, per ricevere qualche like, e si dovrebbe impegnare realmente nell’attività di Consigliere Comunale, come è suo dovere. Ricordo, inoltre, al Consigliere Borza, che i cittadini di Casalvieri, sia residenti in Italia che all’Estero hanno sempre avuto e avranno sempre come interlocutore l’Amministrazione Comunale composta da tutti i Consiglieri, Assessori e Sindaco e non hanno certo bisogno di portavoce o interlocutori, specialmente di quelli che tra qualche mese spariranno.

In conclusione al Consigliere Borza fornisco un suggerimento: l’Amministrazione è una cosa seria, fatta di umiltà, proposte concrete, impegno e dedizione;impari la lezione da qualcuno che l’ha preceduto.

Spero che questo chiarimento ponga fine ad una polemica strumentale messa in atto dal Consigliere Borza al solo scopo di ricercare una visibilità mediatica”.


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati
Di Stefano Luca