Notizie

CIOCIARISSIMA TRICOLORE, RICOGNIZIONE SUL PERCORSO CON FRANCO VONA

A un mese esatto dalla Ciociarissima Tricolore, la macchina organizzativa sta sistemando i tasselli per la manifestazione ciclistica, che si svolgerà a Sora.

L’associazione sportiva Ciclisti Sorani ha voluto eseguire l’ennesimo sopralluogo sul percorso, dopo quello realizzato da Ruggero Cazzaniga, presidente della commissione strada Fci, dal cittì della nazionale U.23, Marino Amadori, da Leandro Fioroni (commissione strada) e Gildo Pagliaroli (tecnico regionale Fci Lazio), che ha, di fatto, sancito l’ufficialità dell’assegnazione del campionato italiano U.23 di ciclismo alla compagine sorana. Stamane (ieri per chi legge), un gruppo di ciclisti, capitanati dall’ex professionista Franco Vona, hanno svolto una ricognizione sull’intero percorso di gara, diretti da Lucio Parravano e Gianni Bruni, componenti della società sorana.

Alla ricognizione, oltre a Vona, c’erano l’ex prof Gianluca Coletta (unico vincitore ciociaro della manifestazione nel 2005), Simone Sterbini (Palazzago), Antonio Zullo (Gs Mastromarco), Alessio Quagliozzi (Sestese Cycle Klub), Mirko Necci (Time Bike Centro Italia), Yuri Brocchetti (Team Palazzago) e l’ex dilettante Daniele Bruni, sorano doc e veterano per quanto concerne le partecipazioni alla Ciociarissima. Quest’ultimo, non potendo fare la “ricognizione”, per motivi di lavoro, ha ricevuto insieme ai componenti della Ciclisti Sorani, tutti i partecipanti, trasmettendogli l’entusiasmo che serpeggia fra il sodalizio volsco per l’evento più atteso dagli sportivi ciociari.

Dopo un breve colloquio fra tutti i ciclisti, con i componenti dell’Art Digital Studio – Frsport, per l’organizzazione delle riprese video, che saranno presto on line, si è partiti per affrontare l’impegnativo percorso. La carovana dopo la partenza di Corso Volsci, ha affrontato il tratto in linea di sessanta chilometri, che ha interessato la Valle di Comino, con l’asperità di Alvito ed il suggestivo passaggio a Posta Fibreno in prossimità del lago. Nella seconda fase, Franco Vona e compagni hanno sostenuto le salite più impegnative, quella dei Cartoni (due chilometri con pendenze minime al 5%), che si ripeterà in gara per sette volte e soprattutto quella difficile di Portella, con pendenze anche superiori al 14%, che i partecipanti alla corsa tricolore, affronteranno per ben due volte. Sarà proprio questa l’asperità, che secondo i ciclisti presenti stamane, deciderà la Ciociarissima Tricolore: “La salita di Portella, che i concorrenti affronteranno per ben due volte – dice Franco Vona – sarà il giudice di questa edizione del Campionato Italiano U.23.

Dopo una prima fase di gara meno difficile, la seconda parte sarà senza dubbio più impegnativa e selettiva per tutti i partecipanti. Anche il chilometraggio e le condizioni climatiche faranno la loro selezione, in un gruppo di concorrenti di primissimo livello per questa competizione. Credo che dopo il secondo passaggio saranno solamente i più bravi a giocarsi la vittoria finale”. Al rientro a Sora, dopo una breve colazione i ciclisti hanno ripreso la strada di casa con la certezza che questo campionato italiano sarà vinto dal ciclista più completo presente in gruppo, visto il percorso di gara davvero molto impegnativo, che loro hanno potuto saggiare già in questa uscita.

Davide Mancini (ufficio stampa Ciociarissima Tricolore)

SORA WEB - 779 - Ciociarissima ricognizione del percorso - 001 SORA WEB - 779 - Ciociarissima ricognizione del percorso - 000

Commenti

GARDEN Center Sora


loading...