Comunicati Stampa

ECONOMIA – COLDIRETTI LAZIO, LO STOP UN DURO COLPO AGLI AGRITURISMI

Granieri: “Servono misure di sostegno per l’intera filiera. Solo Roma vale 6 miliardi”. 

Secondo una stima effettuata da Coldiretti le misure restrittive che da lunedì daranno lo stop a ristoranti, bar, pizzerie ed agriturismi, costeranno oltre 50 milioni di euro a settimana solo a Roma e nel Lazio con una perdita che supera il 70 per cento. Perdita che va oltre i 150 milioni di euro di fatturato, se si prendono in considerazione anche le restrizioni annunciate per le festività di Pasqua. Solo Roma vale 6 miliardi.

“Un duro colpo per tutto il canale Horeca – spiega il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri – e le aziende del settore, che si ripercuote sull’intera filiera. Servono urgentemente interventi e misure di sostegno. Questa volta rischiamo di non risollevarci più”. A risentire fortemente della chiusura sono anche gli oltre 1300 agriturismi del Lazio. Strutture che fanno ancora fatica a sollevarsi dalle perdite subite nel primo lockdown, che li ha costretti per tre mesi alla totale chiusura con la cancellazione di tutti gli eventi e le cerimonie, che maggiormente si svolgono in questo periodo.

“Gli agriturismi – prosegue Granieri –  restano senza dubbio le zone più sicure per proteggersi dal rischio dei contagi proprio per la loro posizione, spesso isolata e con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto”. 

Ade essere colpiti sono interi settori dell’agroalimentare Made in Italy con vino e cibi invenduti per un valore di 11,5 miliardi dall’inizio della pandemia.​


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso