Comunicati Stampa Notizie POLITICA

ENZO DI STEFANO: “IL CONSIGLIO COMUNALE? SPETTACOLO DEPRIMENTE. E INTANTO SORA SPROFONDA”.

Attraverso il proprio profilo su Facebook, anche Enzo Di Stefano ha voluto esprimere la propria opinione in merito agli ultimi avvenimenti in seno all’amministrazione comunale di Sora. Mentre il Consiglio Comunale è diventato un freno per la città – questo il succo del suo pensiero – le emergenze del territorio si fanno sempre più gravi.

“Ormai è certo: il Consiglio Comunale, che dovrebbe essere il primo motore per lo sviluppo di Sora e per la sua crescita attraverso il confronto e la discussione, è diventato il freno di questa città. Ne è dimostrazione il deprimente spettacolo a cui abbiamo assistito mercoledì sera. Il risultato concreto di questo incredibile giochetto alle spalle della gente è uno solo: Sora è bloccata.

L’inconcludente e litigiosa amministrazione comunale ha dedicato gran parte del suo impegno a capire come rimanere in piedi e, nel frattempo, i cittadini devono fare la conta delle emergenze, che, non essendo state affrontate, si aggravano giorno dopo giorno. Siamo ancora al palo quando invece ci si dovrebbe dedicare a risolvere priorità come l’atto aziendale sanitario (pur essendo stato approvato), il commercio e le attività produttive sull’orlo del collasso, la riqualificazione urbanistica, l’occupazione, i servizi sociali e tanto altro.

E’ arrivato il momento che ognuno si prenda le sue responsabilità: di fronte a questo totale fallimento, che è figlio, tra le altre cose, di una lotta intestina tra componenti di quello che una volta era il Pdl, bisognerebbe avvertire quantomeno l’esigenza di evitare la definitiva caduta nel baratro. Siamo a pochi mesi di distanza dalla chiusura di questa sciagurata esperienza amministrativa: sarebbe ora che qualcuno tenti di salvare il salvabile pensando, almeno per una volta, ai sorani”.

Commenti

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso