Comunicati Stampa Notizie POLITICA

“FARE I CONTI CON LA REALTA’: LA SITUAZIONE DELL’OSPEDALE DI SORA E’ CRITICA”

Dal MoVimento 5 Stelle di Sora, a firma del portavoce cittadino Fabrizio Pintori, riceviamo e pubblichiamo.

Pochi giorni fa è terminata la manifestazione di protesta dei lavoratori aderenti all’A.D.O. (Associazione Dipendenti Ospedalieri), gli attivisti del Meetup “Amici del MoVimento 5 Stelle Sora” hanno voluto aspettare questo lasso di tempo per svolgere le loro valutazioni in proposito.

Innanzitutto, si rivolge un plauso ai dipendenti ospedalieri per la tenacia ed il coraggio dimostrati, constatati di persona dagli attivisti che hanno partecipato insieme a loro ai tre giorni della protesta, raccogliendo le firme di solidarietà e condividendo le alte temperature.

Il leitmotiv della protesta non era la difesa di privilegi ovvero cercare di ottenere benefici in ambito lavorativo, bensì ottenere nuovo personale per scongiurare la chiusura di quattro Reparti dell’ospedale e garantire, alle persone bisognose di cure, un’assistenza dignitosa, adeguata ed a misura d’uomo nel territorio in cui vivono.

Ebbene, rimettere il malato al centro dell’attenzione, questo deve essere il fondamento delle iniziative per la difesa e la valorizzazione del “Ss. Trinità” e di tutta la sanità provinciale; il punto da cui partire per ottenere un’autonomia sanitaria provinciale, al fine di evitare a tante persone i cosiddetti viaggi della speranza.

Si ribadisce che il cuore di ogni iniziativa in favore della sanità, sia essa prettamente politica che di piazza, deve  essere il malato e si ringrazia l’A.D.O. per aver ricordato a tutti per chi si deve lottare.

Purtroppo, è necessario fare i conti con la realtà. La situazione dell’ospedale è critica come, puntualmente, sottolineato nell’interrogazione depositata, in data 13 luglio u.s., dai Consiglieri Regionali Barillari e Porrello (http://movimento5stellesora.blogspot.it/2015/07/nuova-interrogazione-regionale-per.html) ai quali va il ringraziamento di tutto il Meetup (si tratta della seconda interrogazione in un anno oltre ad una mozione relativa alla sanità di tutta la provincia).

Il nosocomio è stato penalizzato da un Atto Aziendale che – a fronte di tagli certi – promette l’aumento di dotazione dei posti letto e delle Unità Operative Complesse in base alle risorse disponibili (ben poche!). La sottoscrizione dell’Atto da parte dei Sindaci è stato un errore imperdonabile! Inoltre, a livello provinciale, nell’ultimo anno si è assistito ad un drammatico calo delle prestazioni, soprattutto diagnostiche riequilibrate da quelle offerte dalle strutture private accreditate, che hanno visto aumentare il carico di lavoro. Tuttavia, si preferisce desistere dal formulare critiche strumentali – in un tema così delicato – per puntare ad una critica costruttiva e ad un approccio collaborativo.

La sanità è talmente importante che qualunque iniziativa per salvaguardarla è utile. Pertanto, pur non condividendola, si rispetta la scelta del Sindaco Dott. Ernesto Tersigni di percorrere una strada più formale per ottenere il personale per l’ospedale. Sarebbe, comunque, stato opportuno almeno stringere la mano ai manifestanti, esprimendo così la propria solidarietà, così come ha fatto il portavoce del M5S alla Camera dei Deputati Luca Frusone.

Gli attivisti hanno davvero sperato nell’arrivo dei tre medici annunciato dal Sindaco. Purtroppo, anche questa volta l’A.S.L. non è stata in grado di ascoltare il grido di allarme lanciato dai cittadini e dalle istituzioni locali. A differenza di quanto annunciato, al momento, è arrivato un solo medico (ginecologo), mentre il pediatra dovrebbe (il condizionale è d’obbligo!) arrivare lunedì e si dovrebbe trattare della dott.ssa che fino a poco tempo fa prestava servizio a Sora, ma che una volta scadutole il contratto è stata riassunta per lavorare a Frosinone, inviando a Sora altro pediatra prossimo alla pensione. Infine, sembra che l’A.S.L. non riesca a reperire un cardiologo, in questo caso potrebbe concretizzarsi, come soluzione, l’impiego dell’automedica (al costo di circa 1.000 € al giorno) anche per lunghi periodi.

Si fa presente che, se realizzatosi, l’arrivo dei tre medici avrebbe scongiurato la chiusura dei Reparti, posticipando però il problema (almeno per quanto concerne la Pediatria a settembre), ma soprattutto non avrebbe garantito nessun salto di qualità.

Il numero e la qualità delle prestazioni continueranno a dipendere solo dall’abnegazione e dal senso di dovere di tutti i dipendenti ospedalieri.

È necessario ottenere che l’A.S.L. chieda ed ottenga, nel minor tempo possibile, dalla Regione le deroghe per le assunzioni di personale a tempo indeterminato. Si ricordi che, in passato, gli attivisti hanno segnalato più volte le criticità legate all’organico, chiedendo l’assunzione di personale, a tal proposito si vedano lettere inviate nelle seguenti date:

Tante iniziative non ascoltate! Per il futuro si inviata chiunque a voler appoggiare analoghe richieste, affinché vengano recepite. Allo stesso modo, gli attivisti del Meetup “Amici del MoVimento 5 Stelle Sora” sostengono la richiesta avanzata dal primo cittadino di Sora per ottenere i medici necessari per garantire l’apertura dei Reparti.

Gli attivisti sono pronti a sostenere ogni utile iniziativa che l’A.D.O., i cittadini o chiunque altro voglia portare avanti.

Commenti

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso