Articoli Comunicati Stampa Notizie

Globo Sora: Il passo giusto per la corsa Play Off

Non stecca la terza gara della settimana la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che al PalaGlobo “Luca Polsinelli” torna alla vittoria contro un’ottima Tonazzo Padova riscattando così il risultato negativo dello scorso mercoledì.

Gara non facile per Patriarca e compagni che nel primo parziale sembravano non essere in giornata ma poi sono riusciti a entrare in partita e a guardare il proprio avversario con aria di sfida. Un confronto durato cinque set durante i quali l’equilibrio l’ha fatta da padrone con il gioco che si è infiammato palla su palla sempre di più offrendo uno spettacolo davvero bello e di alto livello.

Sora riesce dunque a incassare cinque dei nove punti in palio in questa settimana densa di appuntamenti ufficiali che la fanno salire a quota 42 mantenendo ben salda la terza posizione in classifica perdendo però un’altra lunghezza rispetto alla seconda Molfetta che ha battuto 3-1 Reggio Emilia.

Assente di giornata l’opposto Niki Hendrinks seduto in tribuna per problemi alla schiena, al suo posto rientra in rosa il libero Mario Gaudieri così coach Ricci torna a far indossare la maglia numero otto da schiacciatore a Scuderi non riproponendo la soluzione del doppio libero. E proprio Roberto Romiti oggi può festeggiare qualcosa di inconsueto per un libero, il primo punto personale della stagione: l’errore di una ricezione lunga fino al campo avversario si è trasformato nel 23-24 che ha annullato il set ball di Padova del quarto set. MVP del Carind Match il best scorer dell’incontro Danail Milushev.

Allo starting players coach Ricci schiera in cabina di regia Paolucci opposto Milushev, al centro la coppia Anzani e Mazzone, Siltala e capitan Patriarca in posto 4 Romiti libero. Mister Schiavon risponde schierando dall’altra parte della rete Pedron al palleggio opposto a Moretti, Salgado e Leonardi al centro, Rosso e Vedovotto di banda e Balaso libero.

Non riesce a entrare subito in gara Sora così Padova ne approfitta con Rosso, Moretti e Salgado che fanno suonare la sirena del primo technical time out sul 3-8. Le lunghezze di vantaggio degli ospiti salgono fino al +7 del 4-11 e finalmente la Globo si scuote un pochino con la carica che suona Milushev autore di quattro punti consecutivi per l’8-12. Con Anzani a muro su Moretti i padroni di casa accorciano ancora fino all’11-14, ma arrancano e faticano troppo Patriarca e compagni per contenere e avere la meglio sulla Tonazzo. Così, a piccoli mini break interrotti da Mazzone, Paris subentrato a Siltala, e Paolucci di seconda intenzione, i patavini chiudono velocemente il primo parziale sul 17-25.

Stessi sestetti in campo in avvio del secondo game che vede Sora tornare finalmente a guardare il suo avversario con aria di sfida. Dopo il 3-1 iniziale arriva il primo break positivo di 4-0 con Anzani e Patriarca a muro a uno rispettivamente su Salgado e Moretti, e con un estroso Paolucci ancora a colpire di seconda intenzione per il 7-2. Cerca punti la Tonazzo ma la Globo ora non gli permette di fare la voce grossa e con Milushev e Siltala allunga ancora 12-6. Interrompe il gioco mister Schiavon ma al rientro in campo il set prosegue punto a punto con gli uomini di Ricci sempre pronti al cambio palla e poi a sferrare l’attacco conclusivo con Siltala e Mazzone prima per il 20-12 e poi per il definitivo 25-18. Trova spazio Salgado per mettere a segno due ace utili solo a far salire il quoziente punti di Padova. 1 a 1 in fatto di conteggio set e gara ancora tutta da giocare.

Più equilibrato il terzo parziale con i veneti che scappano avanti 2-4, Sora rincorre e sorpassa 5-4 e 7-5 con Anzani e Milushev, e poi l’ace di Rosso riporta tutto in parità 7-7. Paolucci attacca e va a segno di prima intenzione e l’opposto bulgaro fa il resto per riportare avanti i suoi 10-7. Si prende i 30 secondi a sua disposizione mister Schiavon per parlare ai suoi ragazzi che al rientro in campo mettono in pratica egregiamente le indicazioni riagganciando i padroni di casa sul 10-11. Galleggia il punteggio con Sora sempre a condurre con Milushev per il 14-12, Siltala per il 16-15 e Anzani per il 18-16. Vedovotto riporta la parità sul tabellone, 18-18 ed entrambi i mister rinforzano le seconde linee con le sostituzioni di Scuderi per Siltala da un lato e Garghella per Rosso dall’altra. Il set si accende e lo spettacolo ci guadagna tantissimo con il PalaGlobo che applaude lo strappo di pieno dominio Globo con capitan Patriarca e Milushev per il 23-18. Salgado e Vedovotto rosicchiano il 23-20 ma il solito opposto bulgaro chiude i giochi 25-20 portando la sua squadra in vantaggio per 2 set a 1.

Il quarto game propone lo stesso copione del precedente con l’equilibrio che la fa da padrone e con le squadre che battagliano ad armi pari palla su palla senza esclusioni di colpi. Con tre schiacciate vincenti consecutive di Milushev è 3-2, Rosso per il 4-4 e Mazzone per il 6-6 e l’8-7 del primo stop obbligatorio. Commette qualche errore Sora e Padova si ritrova avanti 10-13 e con astuzia mantiene stretta le 3 lunghezze di vantaggio facendo suonare la seconda sirena del set sul 13-16. Leonardi e Vedovotto spingono ancora per il 13-19 e il posto due sorano risponde insieme ad Anzani a muro sulla pipe di Rosso, per il 17-20. Il set continua salendo punto a punto con le solite bocche da fuoco che si esprimono al meglio da entrambe le parti fino all’ace di Siltala che aggancia il 21-22. Capitan Patriarca per il 22-23 e il pari ruolo Rosso per il set ball annullato niente di meno che da un punto, il primo della stagione del libero Roberto Romiti che dall’errore di una ricezione lunga fino al campo avversario ne trae un punto prezioso per la sua squadra. Padova non molla e porta tutto il PalaGlobo alla lotteria del tie break.

Sale l’intensità del grande volley di serie A giocato al PalaGlobo con il pubblico che si infiamma sulla ricezione in tuffo di Romiti trasformata nel 4-4 da capitan Patriarca. Anzani porta tutti al cambio campo e sul 10-8 coach Schiavon chiama il time out discrezionale a sua disposizione cercando di dare consigli utili ai suoi ragazzi e di spezzare il ritmo sorano ma non gli riesce perché Mazzone e Patriarca fanno filare dritto Sora fino al 13-9. E allora ancora trenta secondi per la guida tecnica ospite che questa volta non sbaglia strategia e Rosso porta il quinto set ai vantaggi, 14-14. La Globo non pare affatto turbata e con determinazione incassa più punti possibili per la sua corsa ai play off.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – TONAZZO PADOVA 3-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Paolucci 3, Milushev 26, Fortunato, Mazzone 12, Anzani 12, Paris 1, Patriarca (K) 16, Siltala 12, Romiti (L), Scuderi, Marzola, Mauti n.e. I All. Daniele Ricci, II All. Giovanni Rossi. B/S 12, B/V 1, muri 9.

TONAZZO PADOVA: Pedron 4, Moretti 5, Salgado 8, Volpato, Leonardi 8, Rosso 19, Vedovotto 18, Balaso (L), Garghella, Giannotti 17, Mattera n.e, Maniero n.e.. I All. Luigi Schiavon; II All. Simone Roscini. B/S 11, B/V 5, muri 13.

PARZIALI: 17-25 (’23); 25-18 (’24); 25-20 (’28); 23-25 (’32); (‘).

ARBITRI: Gini Fabio da Cagliari, Palumbo Christian da Cosenza.

Commenti

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso

GEM Srl - Soggiorni Estivi