Comunicati Stampa Notizie Sport

GLOBO SORA: SECONDA TRASFERTA CONSECUTIVA, IN PARTENZA PER BRESCIA.

Seconda trasferta consecutiva per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che domenica è attesa dalla Centrale McDonald’s Brescia sul parquet del Centro Sportivo San Filippo. Alle ore 18,00 le squadre scenderanno in campo per disputare la decima giornata di cartello che è anche la penultima del girone di andata del campionato e lo faranno sotto i riflettore della Rai che riprenderà la gara e la manderà in onda in differita sul canale Rai Sport 1 martedì 23 dicembre alle 20.45 con il commento di Marco Fantasia.

Di fronte con la faccia fatta a scacchi dalla rete due compagini completamente diverse per formazione, obiettivi e società, accomunate però dall’importanza dell’annata sportiva.   

Per la società Atlantide Pallavolo Brescia questa è una stagione importante perché per la prima volta nella sua storia si trova ad affrontare il Campionato di Serie A2 UnipolSai, dopo la trionfale marcia del torneo di B1 dello scorso anno. Attualmente è la penultima della classe a quota 8, ma ha rosicchiato un punto al tie break di Castellana e quello in casa contro Ortona, e messo a segno due vittorie piene tra le mura amiche con Alessano e Tuscania.

Per Sora invece, che continua sempre a perseguire lo stesso obiettivo, è la stagione dei cambiamenti, quella nella quale non sposta assolutamente il focus ma modifica sicuramente le modalità di lotta verso la meta.

A parlare di Fabroni e compagni e del loro avversario di giornata, una società e una squadra che si è presentata ai nastri di partenza carica di entusiasmo per la nuova avventura, sono i coach Colucci e Soli.

“Veniamo da un momento positivo – dice coach Fabio Soli -, ed è abbastanza ovvio visti i risultati delle partite e la posizione in classifica che deve inorgoglirci. Essere primi in un campionato complesso come quello della Serie A2 ci deve rendere soddisfatti del lavoro fatto. Al contempo però dobbiamo essere anche coscienti che le altre squadre non restano di certo a guardare per cui dobbiamo migliorare. Molte compagini in questo periodo si muoveranno sul mercato per rinforzarsi data l’idea che avevano all’inizio del campionato e vista la loro attuale posizione su gradini della classifica che di certo non si aspettavano. Quindi qualche squadra si rinforzerà cercando giocatori in Italia o all’estero e alla fine saremo in diversi a lottare per la promozione, obiettivo di almeno quattro o cinque compagini. Tornando al nostro momento, è si felice per quanto riguarda i risultati raggiunti, ma un po’ meno per una serie di acciacchi fisici che ci sta dando noia e non ci permette di allenarci in maniera continua. Questo non ci deve preoccupare, però ci deve mettere in allerta perché il campionato è ancora lungo anche se è questo sicuramente il periodo migliore per lavorare su determinate situazioni che poi vanno a costruire ulteriori sicurezze all’interno della squadra. Purtroppo non riusciamo a farlo perché siamo un pochettino corti ma comunque lavoriamo ogni giorno dando il meglio che possiamo.

Brescia è una compagine che ha fatto penare tantissimo tutte quelle squadre che stanno ambendo e ambiranno alla promozione. Ha raggiunto ottimi risultati tra le mura amiche e quindi noi dobbiamo scendere sul loro rettangolo di gioco convinti che non ci regaleranno nulla tantomeno la partita. La mentalità giusta sarebbe quella messa contro Castellana, quella che ci dice che possiamo fare bene e dobbiamo farlo perché nessuno ci aiuterà. Per cui dovremo prestare davvero tanta attenzione.

Ho chiesto ai miei ragazzi il sacrificio, sia nel lavoro settimanale che a Brescia, di mettere in campo tutto quello che hanno perché è importantissimo mantenere la posizione che ci siamo guadagnati con grande sacrificio. Ora che siamo la davanti dobbiamo essere ancora più agguerriti perché nessuno ci regalerà niente.

Ora siamo noi la prima della classe, la squadra contro la quale ogni altra non ha nulla da perdere come è capitato a noi contro Ortona. Con i ragazzi ne abbiamo già parlato quindi ne sono pienamente coscienti”.

Concorda pienamente coach Maurizio Colucci che aggiunge:

“Brescia è una buona squadra. Ha mantenuto il gruppo che lo scorso anno ha vinto il campionato di Serie B1 conquistando la promozione. Gli atleti si trovano molto in sintonia riuscendo a mettere in campo un buon gioco gestito molto bene dal palleggiatore Quartarone. Poi c’è l’opposto Paoletti che è una conferma del campionato di A2 ma anche gli schiacciatori Rodella e Bellini assieme ai centrali Signorelli e Agnellini, stanno lavorando bene.

Per noi sarà una partita difficile su un campo dove altre squadre attrezzate come noi hanno lasciato punti importanti. Brescia in casa si fa rispettare e noi cercheremo nonostante la trasferta ostica, di guadagnare lunghezze. L’obiettivo a breve termine è quello di restare primi alla fine del girone di andata per presentarci alle Final Six di Coppa Italia come la migliore. Per fare tutto questo ovviamente bisogna restare con i piedi per terra e avere rispetto per ogni avversario soprattutto per quelle squadre che abitano nella parte bassa della classifica. È anche con loro che bisogna esprimersi al meglio perché alla fine dei conti sono queste gare a fare la differenza”.


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso