Sport

LA BIOSI’ INDEXA SORA VISTA DA MARIO IAFRATE

di Mario Iafrate

La  Biosì Indexa Sora caricata per la buona prestazione di gioco e per il punto conquistato contro la forte squadra della LRP Piacenza nella settima giornata di campionato di Superlega, torna a giocare al Palaglobo “Luca Polsinelli” e a vincere con buona mentalità, esprimendo un buon livello di gioco contro l’Exprivia Molfetta, squadra reduce da tre vittorie consecutive. La Biosì Indexa Sora è apparsa subito determinata a voler cogliere un risultato positivo per muovere la classifica e per interrompere una serie di prestazioni altalenanti. Ritrova anche il centrale Mattei, che a causa dell’infortunio all’anulare della mano sinistra subito nella settimana natalizia, era stato costretto a restare fuori dal campo fino alla gara d’oggi e anche il libero Santucci, assente nell’ultima partita.

I Tifosi  dell‘ “ARMATA VOLSCA”, rianimati dalla convincente prestazione della Squadra nella partita di Piacenza danno ancora dimostrazione di grande attaccamento, con striscioni e un  continuo incitamento, ai colori della propria Squadra, superando quelle reazioni di scoramento e malumore che avevano manifestato  a seguito delle sei sconfitte consecutive subite dalla propria Squadra. Da segnalare anche la presenza numerosa e calorosa di pubblico ed anche  una piccola rappresentanza dei tifosi della Molfetta.

Coach Bagnoli, in partenza schiera la Biosì Indexa Sora: Seganov regista e Miskevich opposto, la coppia di centrali Gotsev e Sperandio, i martelli De Marchi e  Kalinin, Santucci libero.

Mister Gulinelli fa partire l’Exprivia Molfetta, con la diagonale composta da Thiaguinho e Sabbi, schiacciatori Olteanu e Joao Rafael, al centro Vitelli e Polo, De Pandis come libero.

Nel primo set la  Biosì Indexa Sora  inizia con un efficace ritmo di gioco fornendo un buon rendimento in tutti i fondamentali e riesce con la battuta ad imprimere una buona pressione sulla ricezione del Molfetta che appare sorpresa dall’aggressività della squadra sorana, tanto da rimanere in svantaggio per tutto  il set. Il Sora, purtroppo. soltanto sul finale non riesce a mettere a segno la palla set (24 a 22) e, come è accaduto in precedenti partite, non capitalizza tutto il buon gioco espresso e commette errori in attacco e in battuta che consentono al Molfetta di rientrare nel parziale, che si aggiudicherà ai vantaggi con il punteggio di 27 a 25.

Nel secondo set la Biosì Indexa Sora  è ancora molto aggressiva e, in attacco, riesce ad avere la meglio su numerose azioni spettacolari difensive del Molfetta. La Biosì Indexa Sora mantiene elevato il ritmo di gioco  e non scende di determinazione nel corso del set, anche quando, per un leggero infortunio alla caviglia, perde De Marchi che viene prontamente sostituito da Rosso. Nel corso del set si registrano molti errori in battuta da entrambe le squadre. Molfetta appare incapace di reagire alla costante pressione esercitata dalla squadra sorana che si aggiudica il set con il punteggio di 25 a 20.

Nel terzo set  la squadra sorana rientra in campo con Rosso al posto di De Marchi e il Molfetta schiera Jemenez al posto di Olteanu. Si assiste ad un inizio set molto equilibrato, con squadre molte determinate ad esprimere il meglio del loro gioco. La squadra sorana riesce intorno alla metà del set  ad  elevare la propria prestazione in tutti i fondamentali  e a crearsi quel leggero margine di vantaggio che porterà fino al termine del set, vincendo con il punteggio di 25 a 21.

 Nel quarto set Molfetta entra in campo con la volontà di portare la partita al tie-break, cosa che sembra riuscirle anche grazie ad un buon turno di battuta di Partenio, subentrato nel ruolo di regista a Thiaguinho, che crea scompiglio nella ricezione sorana (in particolare  quella di Rosso). Tuttavia la  Biosì Indexa Sora a sua volta, avvalendosi di un buon turno di battuta di Miskevich, si riporta a ridosso del Molfetta e mostra tutta la sua volontà aggressiva in un finale combattuto e spettacolare, in cui il Molfetta cerca di opporsi soprattutto con il fondamentale del muro. La squadra sorana con determinazione e questa volta senza commettere pesanti e fatali errori, vince  il set con il punteggio di 25 a 22.

Mercoledì 8 Febbraio, la Biosì Indexa Sora, nella nona giornata di ritorno, giocherà ancora in casa alle 20.30 il derby laziale contro la Top volley Latina che ha vinto al tiebreak il derby d’andata.

Commenti

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso