Articoli Comunicati Stampa Notizie

La cabala della Globo

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora ufficializza i numeri di maglia scelti dagli atleti per il prossimo campionato di Serie A2 targato 2012-2013 che prenderà ufficialmente il via domenica 7 ottobre, ma che già dalla seconda domenica di settembre i ragazzi di coach Ricci indosseranno negli interessanti appuntamenti pre-campionato.

Un numero può avere tante storie, può essere legato a eventi di vita indimenticabili e portare con se tanto sentimento. Ecco perché per gli atleti essere quel numero è fondamentale e alle volte fonte di tranquillità e sicurezza: è partire con il piede giusto.
Allora conosciamo la scelta e alcune delle motivazioni che oggi rendono ufficiale nella Globo Banca Popolare del Frusinate Sora l’associazione numero di casacca-atleta.

Il “sopravvissuto”, come amichevolmente lo definiscono i suoi compagni, Lorenzo Scuderi ha mantenuto per il terzo anno consecutivo il suo 8 indossato per la prima volta nel 2007-2008 alla sua prima esperienza nella massima serie tra le fila del Latina. L’8 era anche il numero ambito dal libero Roberto Romiti che l’ha vestito in tutte le sue stagioni di A2 eccetto l’ultima a Città di Castello dove aveva il 18 che riproporrà anche quest’anno. Se questo può servire a tirare su di morale Romiti dalla delusione della sfortuna di essere stato l’unico ad aver trovato il numero “occupato” in quanto il resto del roster ha potuto scegliere tranquillamente su un’ampia disponibilità resa tale dal rinnovo totale della squadra, a Sora la 18 è stata la maglia del bomber brasiliano Anderson Giacomini Menez vincitore del premio “Andrej Kuznetsov” come miglior realizzatore della stagione 2009-2010.

Il gruppo dei giovani ha potuto felicemente riconfermare i numeri del “cuore” legati sicuramente a qualcosa d’importante: Simone Anzani dopo un pressing spietato agli addetti ai lavori ha avuto il suo 17 sfidando ogni tipo di scaramanzia; Daniele Mazzone si è ripreso il 9 utilizzato nel suo primo anno al Club Italia; Niki Hendriks continua il suo legame con il 13 che dura oramai, considerando la sua giovane età, da quattro anni; Luca Cacciatore avrà l’opportunità di esordire in prima squadra con il numero 1 che da sempre indossa a Sora; e Claudio Paris si sentirà al suo posto con il 10 dell’ex Enrico Libraro. Il 10 di Paris come quello di Libraro è legato al calcio, ma non come la fede sportiva che rappresentava per “El Pocho”, ma come passato calcistico dove però Claudio ha avuto una forte delusione. Allora il fratello Matteo, attualmente palleggiatore in forza al Corigliano (A2), lo ha fatto entrare per la prima volta in una palestra con il rettangolo da gioco disegnato a terra e diviso dalla rete e Claudio non ha potuto fare altro che innamorarsene a prima vista scoprendo poi di essere anche abbastanza portato. La delusione adolescenziale è passata in fretta ma il 10 è rimasto nel cuore.

Agli stranieri in quota comunitaria è toccato l’11 al bulgaro Danail Milushev, numero confermato dopo la scorsa stagione a Castellana Grotte, mentre al finlandese Antti Siltala il 15 di cui prenderà possesso solo nell’ultima settimana di settembre perché ancora impegnato con la sua nazionale.

Tra i giocatori più esperti invece, c’è qualcuno tipo Adriano Paolucci per il quale il numero non ha importanza e avrebbe preso quello che era disponibile. La dirigenza gli ha riconfermato il 3 che vestirà per la sesta stagione consecutiva, ma chissà perché nella maggior parte dei suoi bellissimi anni di carriera ha usato spesso numeri multipli di tre (dal 2003 al 2006 a Taviano il 9 come anche a Spoleto; o il 6 di Crema e della Piaggio Roma).

Per il quattordicesimo anno su venti di cadetteria, Francesco Scott Fortunato avrà sulle spalle il numero 5 sempre indossato nei tre anni di serie A della Globo, da capitan Scappaticcio.

Anche Giuseppe Patriarca si porta in eredità da Cuneo il suo segno e per la quarta stagione consecutiva sarà il numero 12 della sua squadra. Nella lunga carriera Peppe però ha indossato molti numeri passando dal 7 di Modena e Taranto al 3 di Ravenna e Modena, e poi ancora all’1 di Montichiari, Grottazzolina, Verona e Ferrara, all’8 di Modena per finire al 15 di Forlì prima di approdare al 12 di Cuneo e Sora.

Piccola curiosità: per il secondo anno, ossia da quando il centrale Giuseppe Costantino non veste più la maglia sorana, il numero 2 non sarà indossato da nessun atleta.

Curiosità a parte ecco l’elenco completo del roster 2012-2013

1 CACCIATORE Luca ITA P
3 PAOLUCCI Adriano ITA P
4 MAUTI Pierpaolo ITA S
5 FORTUNATO Francesco ITA C
6 POLSELLI Pierpaolo ITA C
7 IANNARILLI Leonardo ITA S
8 SCUDERI Lorenzo ITA S
9 MAZZONE Daniele ITA C
10 PARIS Claudio ITA S
11 MILUSHEV Danail BUL O
12 PATRIARCA Giuseppe ITA S
13 HENDRIKS Niki ITA O
14 REA Rudi ITA L
15 SILTALA Antti FIL S
16 GAUDIERI Mario ITA L
17 ANZANI Simone ITA C
18 ROMITI Roberto ITA L

Commenti

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso

Lascia un commento