DIOCESI PROVINCIA

LA TAVOLA ROTONDA E LA CARTA DEI VALORI

Puntuali alle ore 17, attraverso l’applicazione Zoom e in diretta YouTube sul canale Dottrina Sociale, assieme ad altri città italiane collegate simultaneamente nel loro territorio: si è svolta, oggi 24 novembre, la Tavola Rotonda con la sottoscrizione della Carta dei Valori.  Il progetto tra le diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, Anagni-Alatri e Frosinone-Ferentino con l’ufficio nazionale della Dottrina Sociale della Chiesa ha portato molti esponenti in campo economico sociale imprenditoriale ed ecclesiale, a confrontarsi sulle tematiche attuali sollevate dal X Festival della Dottrina Sociale della Chiesa dal tema “Memoria del Futuro – Ecologia economica, ambientale, sociale e culturale”.
Gli intervenuti si sono susseguiti in una staffetta di interventi, moderati dalla giornalista Maria Cristina Tubaro. Il primo ad avere la parola è stato il vescovo Gerardo Antonazzo, che ha affermato che questo è soltanto l’inizio di uno sviluppo dei temi etici di tutto il territorio della provincia di Frosinone, visto anche che ieri la piantumazione dell’albero di melograno nello stabilimento Saxa Gres, a Roccasecca, ha sancito una benedizione di tutto il mondo dell’impresa, nell’ottica ecologica. Il vescovo Antonazzo, in particolare, ha parlato di un ulteriore progetto tra Diocesi e la Pontificia Università Antonianum per la certificazione etica di tutte le imprese del territorio, secondo quanto sancito dalla Dottrina sociale della Chiesa. Il vescovo di Frosinone, Ambrogio Spreafico, agganciandosi alle prove di Papa Francesco riguardo alla connessione ha ricordato come quest’ultima, si apra in scelte e visioni di condivisione delle realtà del territorio.
Il rettore dell’Università di Cassino, Giovanni Betta, si è reso disponibile al processo di sottoscrizione della Carta dei Valori per creare una vera e propria cultura dell’impresa apprezzando l’approccio inclusivo della stessa. Vincenzo Formisano, economista, docente all’Università di Cassino e vice presidente della banca Popolare del Cassinate, parla della Dottrina Sociale della Chiesa come la capacità universale di parlare ai cattolici e non cattolici.
Massimiliano Ricci, in rappresentanza del presidente del Frosinone Calcio Maurizio Stirpe, parla di Unindustria come un ente che può promuovere una vera e propria ideologia culturale del rinnovamento del territorio.
Angelo Massaro, presidente Anci Frosinone, ed Achille Fiorini parlano di rigenerazione urbana per improntare i criteri dell’ecologia integrale.
Giuseppe Del Signore, in rappresentanza del presidente Cosilam, Marco Delle Cese, afferma come da questo evento può nascere un Cambiamento Green delle zone sud Frosinone.
Raffaele Scamardí in rappresentanza di Francesco Borgomeo, che ha convertito il vecchio stabilimento Ideal Standard in Saxa Gres, è il vero esempio di un concreto recupero del territorio e del mantenimento del sistema lavorativo: sulla base dell’idea di Papa Francesco The Economy of Francesco.
L’ingegnere Riccardo Petricca, rappresentante dell’Ucid sottolinea come ci si muove nel senso dello sviluppo lavorativo secondo le logiche della dottrina sociale della Chiesa. In particolare, l’Ucid presenta l’idea del Percorso Benessere: si tratta di un innovativo progetto di servizi di teleassistenza (cosiddetto e-Care) attraverso una piattaforma di gestione dei flussi informativi e di monitoraggio eventi (Business ProcessManagement), di georeferenziazione delle informazioni (Web-GIS) e apparecchi biometrici di ultima generazione (braccialetti o sensoristica nell’abbigliamento) per il monitoraggio delle fasce di utenti che, usciti dai centri riabilitativi, vogliono iniziare quell’attività fisica prescritta in ambienti controllati con la possibilità di riscoprire il contatto
con la natura e in ambienti incontaminati come ad esempio la Valle di Comino. Claudio Gessi direttore del Progetto Policoro per quanto riguarda la diocesi di Anagni-Alatri, oltre a portare il saluto del vescovo Lorenzo Loppa, non presente per problemi tecnici, sottolinea come la passione dei Patti deve passare ai fatti: già pronto a sottoscrivere insieme a tutti i presenti la Carta dei Valori insieme al consorzio Asi.
L’avvocato Francesco Rabotti, infine afferma che questo evento non è un momento conclusivo bensì l’origine tutti gli sforzi futuri e comuni per una rete concreta a disposizione il territorio, al fine di riconnettere il tessuto delle reti economiche sociali ambientali e culturali della provincia.
L’evento, per tutti gli insegnanti di religione collegati, appartenenti alle tre Diocesi intervenute, concede un riconoscimento dei crediti formativi.
Alessandro Rea

Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati