Notizie

PALLAVOLO: DOPPIETTA CASALINGA PER LA GLOBO

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora si aggiudica il Villa Gioia Match chiudendo al PalaGlobo “Luca Polsinelli” il tie break sul 22-20 contro i calabri del Caffè Aiello Corigliano.

Non hanno avuto esitazioni capitan Daldello e compagni davanti al rinnovato roster rossonero che ha aperto oggi sicuramente il suo nuovo corso mostrando i miglioramenti e riuscendo a muovere seppur di poco la classifica. I ragazzi di coach Fenoglio invece confermano il loro buon momento ma soprattutto il loro valore di atleti mettendo a segno, sempre in formazione d’emergenza con Gradi schiacciatore fuori ruolo e Casarin titolare in campo, una preziosa doppietta casalinga. Due importantissimi punti che alla nona giornata di campionato e quindi a due gare dal giro di boa, oltre a significare l’allungo nella corsa verso un posto per la Del Monte Coppa Italia, valgono l’avvicinamento alla terza Monza che oggi ha riposato e l’ampia distanza sulla quinta Ortona che è a meno 5.

Così la Globo ha respinto l’attacco dei calabri, che al PalaGlobo hanno fatto esordire anche l’ultimo arrivato l’opposto australiano Lincoln Alexander Williams, con valori di squadra davvero importanti che hanno portato Matteo Casarin ad alzare la targa come MVP del Villa Gioia match tra gli applausi anche per i 28 punti di Tamburo, l’ottima orchestrazione di capitan Daldello, la grande percentuale di positività del lavoro di seconda linea del libero Bonami, l’impegno e la caparbietà di Gradi in tutti i fondamentali, e la grande professionalità, esperienza e incisività di Salgado e Tomassetti.

Allo starting players coach Fenoglio schiera nel suo rettangolo di gioco capitan Daldello in cabina di regia opposto a Tamburo, Salgado e Tomassetti al centro, Gradi e Casarin in posto 4 e Bonami libero. Dall’altra parte della rete mister Totire propone la diagonale Fabroni-Williams, capitan Tomasello e Bortolozzo in posto 3, Borgogno e Cernic in banda e Santucci libero.

L’australiano esordiente è incaricato del primo servizio del match ma Tamburo risponde subito presente alla chiamata del suo capitano. Dopo una serie di battute sbagliate per il 3-3, Tomasetti in attacco e Salgado a muro su Cernic da posto 2 concedono il doppio vantaggio del 5-3 a Sora. Gli imprendibili attacchi di Gradi, Salgado e Tamburo fanno salire il vantaggio locale a +4 e quello di Casarin fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul 12-8. Una battuta sorana out manda Fabroni sui nove metri da dove autografa un ace e, aiutato da due diagonali vincenti di Cernic, porta i suoi all’aggancio del 13-12. Spinge ancora sull’acceleratore Corigliano con il suo capitano Tomasello che prima attacca e poi mura Casarin per il sorpasso del 16-17. Pareggia subito i conti la Globo con Tamburo a bloccare l’intenzione d’attacco di Borgogno e dopo un punto a punto che porta la contesa sul 20-21 Gradi ottiene il cambio palla e Tomassetti in battuta fa saltare tutti gli schemi ricettivi avversari con Tamburo e Salgado che finalizzano. Con l’ace del centrale volsco arrivano tre set ball, Bortolozzo dal centro annulla la prima e il fallo di seconda linea di Tamburo la seconda ma poi capitan Daldello lo chiama di nuovo in causa e l’astuto opposto non si lascia sfuggire l’occasione di chiudere il parziale sul 25-23.

In vantaggio di un set a zero Sora fatica a entrare nel secondo parziale commettendo qualche errore di troppo che si traduce nello 0-4 iniziale. Provano a reagire Daldello e compagni ma con Williams e Cernic è 2-7. Con un buon lavoro Gradi e Tamburo rosicchiano lunghezze importanti per il 6-9 ma poi, Bortolozzo sale bene sulla rete a murare prima Casarin e poi il neo entrato Williamson, e Cernic sigla un ace per il nuovo allungo del 6-13. È il momento di Casarin che con tre azioni vincenti consecutive dice a tutti che Sora c’è e lo conferma l’intesa e la perfezione di esecuzione di Daledello e Tomassetti per l’aggancio dell’11-14. Williams interrompe la striscia positiva sorana ma è Tomassetti a farla ancora da padrone sulla rete rimandando subito Casarin al servizio dove resterà per 4 fruttuosi turni pieni di tre grandiose giocate di Tamburo che portano Sora al pareggio e al sorpasso del 16-15. Si gioca ora palla su palla e il clima è sempre più incandescente soprattutto dopo una decisione errata del primo arbitro rivista con l’aiuto del suo secondo ma che comunque non ha concesso il punto ai sorani ma solo una contesa. Cartellino giallo per Fabroni che in seguito alla decisione si è animato un po troppo prendendosela con un pallone. Si prosegue punto a punto fino al 23-22 di Casarin in diagonale ma un errore in battuta che non ci voleva, da nuova linfa ai calabri con Tomasello che prima mura Tamburo, e Williams che riporta il match in parità in fatto di conteggio set non senza faticare dopo essere stato difeso per ben tre volte. Anche il secondo parziale si chiude sul punteggio di 23-25 dopo fasi davvero concitate e di alta pallavolo.

Cambia la musica nel terzo game con la Globo direttamente in volata per il 4-1 figlio di Gradi e Salgado e l’8-2 chiuso dall’ace del solito Cesare. Ci mette le mani anche Tamburo a muro per il 10-3 ma poi Sora fa anche il suo cattivo tempo con qualche errore che comunque non impensierisce perché gli avversari emulano. Dopo il tocco di seconda intenzione di capitan Daldello il vantaggio sorano è ancora del +6 del 14-8. La Globo mantiene stretta il suo utile con le pipe di Casarin e i muri di Gradi e Salgado ai danni rispettivamente di Williams e Tartaglione da poco entrato con il doppio cambio ordinato da coach Totire. Il set prosegue con lo stesso andamento, con Daldello e compagni che dominano e gli avversari costretti ad accontentarsi delle briciole e degli assoli di Cernic che continua a passare. 20-14 e la guida tecnica ospite richiama a se i suoi ragazzi ma al rientro in campo Casarin gioca bene sulle mani del muro e Tomassetti manda in visibilio il pubblico con due perle di alto livello che si traducono in sette possibilità di chiudere il set. Tartaglione mena out il lungo linea con il quale voleva riaprire i conti e con un buon 25-17 Sora si riporta in vantaggio per 2 set a 1.

Suona forte Tamburo in avvio del quarto game in attacco e a muro per il 4-1. Salgado blocca prepotentemente sulla rete le intenzioni di capitan Tomasello e un astuto Casarin fa salire la contesa sull’8-3. Borgogno, Cernic e Williams grattano punti qua e la ma dall’altra parte della rete Tamburo si fa sentire anche da seconda linea e capitan Daldello attacca e realizza splendidamente una palla di seconda intenzione facendo suonare la sirena dello stop obbligatorio sul 12-8. Tomasello e Cernic riportano i loro alle calcagna di Sora, la quale comunque continua a menare forte con tutte le sue bocche da fuoco per il 19-17. Gradi da posto 2 per il 20-18 e tre attacchi punto consecutivi del mancino australiano per la parità del 21-21. Dopo tante difese arriva il punto di Tamburo per il 22-21 ma a rispondere è sempre Williams per Corigliano che poi ci mette anche un muro per il 22-23 riportato subito in pari da Casarin. La differenza ora la fa il palleggiatore ospite, Fabroni prima in attacco di seconda intenzione e poi ad autografare l’ace che vale il tie break con il quarto set che si chiude sempre sul 23-25.

Il Caffè Aiello apre il quinto set ma i padroni di casa non gli permettono di andare oltre rispondendo subito con Tamburo in attacco e Casarin a muro su Cernic che poi ci riprova stabilendo il momentaneo equilibrio del 2-2. Casarin ancora sulla rete a bloccare le intenzioni di Williams e poi a lavorare bene sulle mani del muro per il 5-3. La battuta a rete di Borgogno manda tutti al cambio di campo e una volta riprese le posizioni Tomasello mura Tamburo ma Salgado riporta il servizio nella sua metà campo e il suo opposto rende pan per focaccia murando a uno Cernic per l’11-6. Williams mette a segno un mini break positivo di 3-0 che riporta sotto Corigliano 11-9 allora interrompe il gioco coach Fenoglio ma al rientro in campo i suoi subiscono un altro parziale negativo di 3-0 guidato da Cernic che mette a segno anche un ace per la parità del 12-12. Tamburo e Williams per quella del 14-14 che rimanda il decreto del set e del match ai vantaggi. L’ace di Borgogno da la prima possibilità di chiudere agli ospiti ma un indiavolato Gradi che riceve e attacca, annulla. Salgado passa ora la possibilità a Sora sul 17-16 ma ancora parità e Cernic che conquista per i suoi il 18-19. Tamburo mura ancora a 1 Cernic e Casarin sfonda il block avversario per la nuova chance del 20-19 ma poi attacca out. 20-20 e il nuovo lungo linea di Tamburo infiamma le speranze sorane, e poi è proprio lui a renderle realtà. Si chiude sul 22-20 il quinto set di una bella partita vinta dalla Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

La partita tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e il Caffè Aiello Corigliano verrà trasmessa in differita sul canale EXTRATV – CH 94 dgt e streaming www.extratv.it mercoledì p.v. alle ore 18,30 e giovedì alle ore 16,00 e alle ore 23,00.

Su EXTRASPORT24 – CH286 dgt Lazio invece, martedì alle ore 17,00; mercoledì ore 8,00 e 18,30; giovedì ore 10,00 e 00,30; venerdì ore 14,00 e 23,00; sabato ore 12,00 e 21,00.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CAFFE’ AIELLO CORIGLIANO 3-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Daldello (K) 2, Tamburo 28, Salgado 12, Tomassetti 9, Casarin 17, Gradi 9, Bonami (L), Lo Bianco n.e., Williamson, Beccaro, Cittadino. I All. Marco Fenoglio; II All. Maurizio Colucci. B/S 14, B/V 1, muri 14.

CAFFE’ AIELLO CORIGLIANO: Fabroni 3, Williams 25, Borgogno 14, Cernic 19, Tomasello (K) 7, Bortolozzo 11, Santucci (L), Tartaglione 1, Tosi, Ritacco n.e., Galaverna n.e., Festi n.e., Rivan n.e.. I All. Michele Totire; II All. Vincenzo Porro. B/S 23, B/V 8, Muri 11.

ARBITRI: Bartoloni Massimiliano, Bertoletti Gianluca .

 

PARZIALI: 25-23; 23-25; 25-17; 23-25; 22-20.

Commenti

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso