REDAZIONALE

SORA 2016 – L’ASFALTO ELETTORALE FUNZIONA SEMPRE!

Quasi quasi, viene voglia di andare a votare tutti gli anni.

Infatti, quello che – in prossimità di un appuntamento elettorale – si rende non solo possibile ma addirittura realizzabile – anzi, realizzato – apre scenari inimmaginabili in periodi in cui le poltrone sono state belle che assegnate.

Negli ultimi mesi e, soprattutto, nelle ultime settimane, la città di Sora – che si appresta a rinnovare il governo cittadino a primavera inoltrata – sembra preda di una vitalità mai vista prima, ovvero nei precedenti tre anni di amministrazione Tersigni.

Rifioriscono marciapiedi, fioriere, vicoli. Ecco, in quest’ultimo caso, a nessuno sarà sfuggita la ‘celere’ ripresa dei lavori per rimettere in sesto il centro storico della città, che – per oltre due anni e mezzo – è rimasto ostaggio di un cantiere aperto e presto chiuso, per non meglio specificate diatribe tra appaltante e appaltatore delle opere da realizzare. Così, tutta la zona a ridosso del Lungoliri Rosati, è rimasta ‘vittima’, per mesi, di odori nauseabondi, un ammasso di tavole di legno a coprire scavi fatti per il rinnovo delle fognature, da cui sono allegramente usciti indisturbati ratti di ogni dimensione, a passeggio per la città. Non è andata meglio quando si sono verificate piogge copiose, con conseguente allagamento della zona, delle case e degli esercizi pubblici. Tutto è rimasto fermo, per due anni e mezzo, come se nulla fosse. Poi, magicamente, accade quello in cui centinaia di residenti hanno sperato e disperato: il cantiere riparte, si rivedono escavatori e operai, bellissimi ciottoli che restituiscono finalmente dignità ai vecchi vicoli.

Tutto esce dall’oblio. Ora molti, forse, dimenticheranno di essere rimasti nella ‘cacca’. E qualcuno, di certo, non tarderà a prendersene i meriti.

Adesso, aspettiamo anche il miracolo della copertura delle buche disseminate nelle strade del centro come della periferia. Allora, W l’asfalto elettorale! E che si voti più spesso!