CULTURA E INTRATTENIMENTO

SORA – L’ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE VINCENZO SIMONCELLI VOLA IN ALTO

Da circa quindici anni è operativa la Legge 205 del 25 giugno 1993, conosciuta universalmente come Legge Mancino, dal nome del Ministro proponente facente parte all’epoca dell’ esecutivo del Governo Ciampi. La legge punisce e sanziona le ideologie che professino differenze tra i popoli per convinzioni politiche, credi religiosi oppure altre peculiarità socio-culturali. Inoltre, con la legge 211/2000 il Parlamento italiano ha istituito “ La Giornata della memoria “per ricordare la Shoah: termine più forte della parola Olocausto, in quanto indica la disintegrazione di un popolo voluta da menti folli e disumane, che portò allo sterminio di milioni di Ebrei, e, non solo. A livello locale, nel nostro territorio, sede di numerose, scuole si organizzano manifestazioni per ricordare il luttuoso evento . Trascorsi ben dieci anni, ormai, dalla prima edizione del “ Volo della Memoria “, sostenuta  dall’ allora amministrazione dell’ On. Casinelli Cesidio che aveva puntato sui giovani con  collaborazione e con presenza continua nelle varie istituzioni. Viviamo in una società globale, dominata dall’informazione in senso tecnico, tra tablet, laptop, quella strettamente intesa dei mass media. Qualsiasi attività istituzionale non può sottrarsi a queste logiche per poter veicolare all’esterno il proprio lavoro. Leggi, emendamenti, modifiche, anche pagine di storia che sono recenti, le menzionate risalgono a soli settanta anni fa. Per un giovane potrebbero apparire  alquanto lontane , non facile da affrontarle, non avere  spazio per una sana e concreta riflessione. Per queste motivazioni, il bando per la seconda edizione del “ Volo della Memoria “ firmato dalla Consigliera Delegata Avv. Simona Castagna con l’impeccabile e preziosissima collaborazione della Posizione Organizzativa Cerqua Amedeo e della referente Dott.ssa Maria Rezza è stato immediatamente accolto dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Clelia Giona e dalla referente Prof.ssa Gina Maria Loreta Facchini, che già nella prima edizione aveva classificato i suoi alunni nelle primissime posizioni, in un’altra istituzione. Profuso impegno, coinvolgimento, tanta voglia di mettersi in gioco per approfondire, sempre, nell’ottica della condivisione. I risultati conseguiti, comunque, hanno superato di gran lunga le aspettative: sette gli alunni del Liceo “V. Simoncelli “ su gli otto designati che si sono aggiudicati l’ambito e meritato premio, il Viaggio in Polonia, con visita ai campi di sterminio di Aushwitz e Birkenau.” Anche i figli di Sora affermava il primo cittadino Onorevole Casinelli, sono stati trucidati nelle Fosse Ardeatine e noi non dobbiamo dimenticare, anzi, dobbiamo trasmettere la storia ai giovani.  Riprendiamo ed attiviamoci per rendere concreto quanto affermato  nel 2008, proprio davanti alla lapide nel largario antistante il cimitero, intitolata ai due sorani trucidati alle Fosse Ardeatine: Domenico Iaforte e Raffaele Milano. Abbiamo parlato di rinnovo di sinergia e collaborazione, il viaggio ha dato spunto a confronti, a vissuti ed anche a proposte ed iniziative. Per questo, oggi pomeriggio,la sede del nostro Municipio spalcherà le porte ed accoglierà gli studenti del Liceo “ Gioberti” che dalle prime ore dell’alba sono impegnati in una simulazione e gestione di azienda  con cinquanta studenti provenienti dalla International School di Abu Dabi. Ieri sera accolti e salutati dalla Consigliera Simona Castagna insieme alla Prof.ssa Facchini e la delegazione di alunni. I giovani pieni di risorse hanno necessariamente bisogno di figure che credono in loro, per canalizzare la loro voglia di fare e il loro entusiasmo verso positivi e lusinghieri risultati. Forte l’esigenza di assicurarsi la stretta collaborazione con le istituzioni per un’attiva ed efficace sinergia. Scommettere sui giovani è necessario, agire in collaborazione è efficace.

Prof.ssa Gina Maria Loreta Facchini

Commenti

GARDEN Center Sora Job Board
loading...