Notizie

UN SORA RIMANEGGIATO CADE A MARINO

Pallacanestro Marino – Expert Lucarelli N.B. Sora 2000  72-63

Parziali: 25-16 / 18-21 / 11-14 / 18-12

Dopo quattordici successi  in campionato la capolista del girone A C2 regionale cade in trasferta a Marino. Nella sua seconda sconfitta stagionale. Era un Sora rimaneggiato quello di scena domenica sera al PalaSport di Cava Dei Selci, una Expert limitata nelle rotazioni e nelle soluzioni, un Sora che ha dovuto rinunciare a capitan Dragojevic, il play Delle Cave, e Rambaldi infortunatosi dopo pochi minuti e costretto a giocare al di sotto del suo rendimento. Al cospetto di un Marino reduce dalle ultime vittorie consecutive, va’ detto subito, i ragazzi di Polidori hanno dato l’anima, ma sono incappati in una serata decisamente negativa.  Comunque e stata ugualmente una partita bellissima quella di domenica sera, dove Marino sconfigge Sora rientrando definitivamente nella corsa per la testa della classifica. Big match che non ha lesinato emozioni e belle giocate fino al termine, con gli uomini di Marotta ad imporsi in volata dopo una partita vissuta in costante tira e molla.

La cronaca: il coach biancoceleste partiva con un quintetto inedito: Motta, Rambaldi, Mariano, Papadakis e Margio, rispondeva Marino con: Lucidi, Celesti, Fabi, Spizzichini S. e spizzichini B. I padroni di casa con  Lucidi e Spizzichini B., partono fortissimo, subito a segno con 6 punti, che fissano lo score sul 12-2, inducendo coach Polidori a chiamare il primo timeout. Sora seppur confusa trovava luciditá per reagire, soprattutto con Papadakis e Margio (26 e 10p), sfruttando il calo dei padroni di casa che a fine  tempo regalano punti preziosi  ai ragazzi sorani chiudendo il primo quarto 25 a 16.

Il secondo quarto i padroni di casa  inseriscono il neo acquisto Ciaralli posizionandosi nel ruolo di guardia. I sorani  entrano in campo completamente trasformati mentalmente con Papadakis incontenibile e spunti pregevoli di Margio e Mariani che  riportano i biancocelesti sul -4 dai castellani, spingendo Marotta al time-out. Al rientro in campo, il Sora continuava con intensitá ed  efficacia  a mettere la testa in avanti, perché Papadakis faceva quello che voleva, infilando una serie di minuti spaziali avendo aveva la mano ancora parecchio calda. Ciò nonostante i padroni di casa si ritrovano in questo finale, con i due  Spizzichini, rifinitori del Marino. Un parziale di 18-21, mitigato nel finale da un canestro di Mariani, manda le due squadre al riposo lungo sul 43-37.

Nel terzo quarto, si abbassano ancora le percentuali delle due formazioni,  Papadakis continua a segnare, lasciando Sora in scia degli avversari, mentre il coach Marotta deve richiamare  Fabi in panchina per il sopraggiunto terzo fallo personale, sostituito da Stile. Per Polidori invece piove sul bagnato, visto che Rambaldi, in evidente difficoltà fisica, esce definitivamente dal campo visto il perdurare del fastidio alla caviglia. Sora però resiste in maniera eroica in questo frangente, riportandosi in un amen sul -3 (54-51) grazie ad un pesantissimo 0-6 di parziale propiziato da Papadakis  e Mariani. I padroni di casa invece forzano parecchio in attacco, con Marotta che corre ai ripari con il time-out. Il punteggio però non cambia nel finale, lasciando a Marino un piccolissimo vantaggio in vista degli ultimi 10′ minuti di partita.

Ultimo quarto, Marino riparte con Ciaralli in cabina di regia. E Margio a  siglare i primi punti, che dalla lunetta riporta Sora sul -1 (54-53). Pochi  minuti dopo però arriva una doccia gelata per i volsci, con Polidori che perde per falli Motta, rendendo ancor più corta una rotazione già di per sé non lunghissima. Nel frattempo e Spizzichini B., a suonare la carica, lasciando il punteggio invariato (56-53) a 8′ minuti dalla fine. Intanto altro time-out per Polidori, con i suoi che appaiono però piuttosto frastornati in questo momento. Papadakis  marcato,  oramai, stretto da Spizzichini B. toglie al greco ogni singolo rifornimento. Sora subisce, invece, una tripla da Lucidi, con il solito  Spizzichini S., che porta Marino sul +7 (62-55). Sora al contrario, con Papadakis controllato a vista, perde l’unico punto di riferimento rimasto, rimanendo a secco per 4′ lunghissimi minuti. Gli ultimi 4′ minuti di gara si aprono con una tripla pesantissima di Iannarilli, con Polidori che si gioca il tutto per tutto rischiando Rambaldi (64-58), che  realizza una tripla, suscitando l’ultimo ruggito di  un leone ferito. Infatti la reazione di Sora é più di nervi che di testa, con Marino che si impone per 72-63. A  fine gara il coach Polidori – “Voglio fare prima di tutto i complimenti ai ragazzi del Marino hanno giocato un grande primo quarto. Mi dispiace aver avuto a che dire con gli arbitri dopo l’infortunio a Lucidi ma nel caso analogo con Rambaldi avevano usato un metro diverso. Abbiamo giocato con 10 giocatori come i nostri avversari quindi niente alibi come si dice gli assenti hanno sempre torto. La prestazione dei ragazzi non mi è dispiaciuta  purtroppo abbiamo sbagliato in alcuni momenti importanti della gara sia l’atteggiamento difensivo che alcune scelte offensive. Ho tanta pazienza e posso aspettare la crescita dei nostri giovani e del giovane Motta non possono essere ancora loro i protagonisti di questo tipo di partite. Incassiamo senza drammi la seconda sconfitta fuori casa, però è arrivato il momento di capire bene cosa hanno i nostri malati cronici. Sono troppe settimane che ci portiamo dietro problemi fisici senza risolverli, faremo di tutto come società per accertarci quali siano le condizioni degli infortunati e di quali cure necessitano veramente non siamo una squadra che si può permettere di regalare due tre giocatori alle squadre avversarie e far giocare gli altri fuori ruolo. L’assenza di Delle Cave? Niente di grave per problemi personali si è potuto allenare solo due volte e ho ritenuto opportuno lasciarlo a riposo anche per la gara con il Marino. Mi auguro che possa mettersi definitivamente a disposizione della squadra già da martedì prossimo. Dimenticavo a decidere quale sarà il nostro futuro dipende ancora solo da noi le altre squadre possono continuare a rincorrere e sperare”. Prossimo appuntamento, dunque, Domenica 9 Febbraio alle ore 18.00 al PalaPanico di Sora contro la Virtus Velletri.

Pallacanestro Marino: Lucidi 10, Celesti 2, Giovannangelo M. n.e., Fabi 8, Ciaralli 1, Spizzichini S. 30, Giovannangelo A. n.e., Stile 3, Spizzichini B. 14, Fabrizio 4; Coach: Marotta

Expert Lucarelli N.B. Sora 2000: Motta 0, Rambaldi 7, Porretta 0, Mariani 16, Polsinelli 0, Papadakis 26, De Ciantis n.e., Margio 10, Iannarilli 4, Carrozzo n.e.; Coach: Polidori

Arbitri: Zambotto di Cantalice e Giannuzzi di Palestrina


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso