Comunicati Stampa Notizie Sport

VOLLEY, CITTADINO E FABRONI: “SORA È UN’OTTIMA SQUADRA”.

Comincia a salire un po’ di adrenalina in casa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora anche se gli atleti hanno ripreso tranquillamente gli allenamenti della loro settimana tipo tra palestra pesi e tecnica guidati dai coach Soli e Colucci.

L’avversario della settima giornata di regoular season sarà Vibo Valentia, la prima della classe, la squadra sulla carta più forte del campionato. Ma capitan Fabroni e compagni sono concentrati sull’obiettivo senza avere nessuna paura e batteranno sicuramente il loro ferro memori anche della grande prestazione con la Domar Matera contro la quale proprio Vibo tra le sue mura amiche non è stata capace di domarla a punteggio pieno.

 

“Quella contro Matera era una partita che volevamo e dovevamo vincere a tutti i costi, – dichiara il centrale Marco Cittadino al termine della gara -. Il rientro di Fabbro si è sentito eccome, in quanto è un giocatore che pesa tantissimo sull'economia della squadra senza però nulla togliere agli altri, sia quelli che sono stati in campo oggi che nelle passate domeniche. Quando giochiamo bene siamo veramente una bella squadra. Abbiamo avuto dei cali in certe situazioni e abbiamo pagato i nostri errori soprattutto nel secondo set riuscendo poi comunque a portare a casa i tre punti.

 

Non sono molto soddisfatto della mia prestazione, mi è mancato un po’ il muro invece in attacco mi sono ripreso verso la fine. Credo comunque che la cosa importate sia vincere le partite, l'individualità viene dopo ed è un'altra storia. Comunque siamo tutti molto contenti per questa vittoria. Ora andremo in casa di Vibo e ce la giocheremo cercando di raccogliere più frutti possibili perché in questo momento sul campo non ci spaventa nessuno. Sappiamo che è la favorita e sicuramente sta giocando molto bene la sua pallavolo, ma noi andiamo lì senza paura consapevoli delle nostre capacità e poi si vedrà”.

 

Sulla stessa linea anche capitan Marco Fabroni: “Sarebbe stato meglio chiudere la partita sul 3-0 però l’importante alla fine era portare a casa i tre punti. Il match si era messo un pochino male nel terzo set ma nel quarto siamo venuti fuori molto bene, abbiamo attaccato meglio, abbiamo fatto meno errori in battuta e abbiamo tenuto di più in ricezione facendo così diventare più fluido il cambio palla.  Matera è un'ottima squadra che ci ha fatto sudare molto la vittoria, complimenti a loro perché davvero non pensavo fossero a questi livelli. Sono davvero un’ottima squadra che darà fastidio a molti quindi per noi vincere a punteggio pieno è stato un risultato molto importante che non tutti riusciranno a raggiungere come è successo proprio a Vibo Valentia che l’ha spuntata in casa solo al tie break. Quindi gran bella partita da parte nostra.

 

Domenica è stato il mio esordio casalingo, purtroppo arrivato solo alla sesta giornata per colpa del polpaccio che mi ha tradito. L'intesa con tutti i giocatori già c’era e in particolar modo con Hirsch anche se non ho avuto modo di mostrarla in precedenza. Sono contentissimo per lui e per la sua ottima prestazione. Avere in squadra un opposto che dà queste garanzie e certezze rende tutto un po’ più facile. Ora continueremo a lavorare per migliorare sempre più il nostro gioco ma noi siamo sulla buona strada perché lo facciamo senza risparmiarci ogni giorno e queste prestazioni poi ne sono i frutti. Cerchiamo di preparare sempre al meglio ogni gara e quando poi si ci presenta improvvisamente qualche problema abbiamo anche buone soluzioni alternative. Per esempio il piccolo imprevisto di domenica di Paris sostituito da Bacca che ha mostrato subito una buona pallavolo. Con questo abbiamo confermato che siamo una squadra completa anche sotto il punto di vista della panchina portando a casa una vittoria molto importante. È anche questa la forza di un gruppo, il completarsi.  

 

Pensando un pochino avanti, se si vuole arrivare al vertice della classifica bisogna guadagnare punti anche nelle gare in trasferta perché le vittorie casalinghe non bastano a far salire in alto questo Sora. Ci siamo andati vicini già un paio di volte ma è stato molto complicato, complici tanti fattori come l'infortunio di Hirsch a Cantù e il mio che si è protratto un po’ più a lungo. Adesso andiamo a Vibo che è sicuramente la favorita per la vittoria di questo campionato, ma noi siamo un'ottima squadra e cercheremo di darle del filo da torcere tanto a lei quanto alle altre compagini che incontreremo”.

 

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Fabroni


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso