Sport

VOLLEY – MARIO IAFRATE ANALIZZA LA STORICA VITTORIA DI SORA

di Mario Iafrate

La Globo Sora supera l’alto Lazio (Tuscania), per 3 set a 1, e si dirige verso Milano per disputare la finale di COPPA ITALIA contro la vincente tra Vibo Valentia e Villas Siena.

In una spettacolare cornice di pubblico e di tifo la Globo Banca popolare del frusinate Sora supera l’alto Lazio (Tuscania), per 3 set a 1, e si dirige verso Milano per disputare  il 7 febbraio la finale di COPPA ITALIA contro la vincente tra Vibo Valentia e Villas Siena.  Ospite d’onore della partita l’ex opposto Simon Hirsch, ora in forza nel Latina in superlega, accolto con grande affetto dal pubblico e dalla sua ex squadra.

Il Tuscania venuto, al  PalaGlobo Luca Polsinelli, con un buon gruppo di tifosi e con l’ambizione di proseguire l’avventura in Coppa Italia non riesce a fronteggiare la supremazia della  Globo Sora che si impone con autorità pur dovendo fare a meno nel corso della partita per un leggero infortunio al bravissimo martello Mariano.

Coach Soli, in partenza fa scendere in campo  la Globo Banca popolare del frusinate Sora, con la seguente formazione: Fabroni in regia e opposto Hoogendoorn, al centro la coppia  Giglioli-Sperandio, Rosso e Mariano di banda, con Santucci libero. Tofoli schiera i suoi con: Monopoli in regia, Mrdak opposto, Calonico e Esposito centrali, Shavrak e Mazzon in banda, Bonami libero.

Nel primo set le due squadre si fronteggiano bene mettendo in evidenza un buon cambio palla. La Globo Sora nella prima parte riesce ad essere più incisiva a muro e pur sbagliando qualcosa in battuta, giunge al tempo tecnico in vantaggio con il punteggio di 12 a 8. Nella seconda parte del set  la Globo Sora continua a macinare un gioco spumeggiante in tutti i fondamentali, commettendo solo qualche errore in attacco con Sperandio. Il Tuscania dal canto suo cerca di contenere la determinazione della Globo Sora con un buon lavoro nel fondamentale della difesa. Nel finale tuttavia la squadra sorana palesa una maggiore continuità di gioco e riesce a chiudere il set, con il punteggio di 25 a 20.

Nel secondo set la Globo Sora inizia con grande intensità di gioco e riesce ad esaltarsi anche nel fondamentale della difesa; con il turno di battuta di Fabroni  e una continua qualità di gioco impone così la  sua superiorità, che la fa giungere al tempo tecnico in vantaggio con il punteggio di 12 a 4. Dopo il tempo tecnico la Globo Sora smarrisce per qualche scambio la tranquillità e questo permette al Tuscania di recuperare qualche punto. Nel finale la Globo Sora cede qualcosa nel rendimento nel fondamentale della battuta e in quello degli altri fondamentali, mentre il “Tuscania” prova a dare sostanza ad una certa reazione, opponendo oltre alla già mostrata capacità di difendere anche una buona incisività in battuta recuperando così diversi punti. La Globo Sora nonostante tutto  riesce  a capitalizzare il buon livello di gioco, chiudendo il set con il punteggio di 25 a 21.

Nel terzo set  la Globo Sora inizia con un ritmo di gioco meno aggressivo e continuo. Il Tuscania  cerca di rientrare nella partita grazie ad una buona incisività della battuta e continuità di cambio palla, approfittando anche  di un crescente nervosismo  unito ad una flessione di gioco della squadra sorana. La squadra di Soli, che nel frattempo ha perso Mariano per infortunio, sostituito da  Bacca, non riesce a ritrovare la buona verve nel rendimento in tutti i fondamentali. Il Tuscania riesce così ad aggiudicarsi il set con il punteggio di 25 a 20.

Nel quarto set la Globo Sora ritrova la sua aggressività e impone  una grande intensità di gioco giungendo così al tempo tecnico in vantaggio con il punteggio di 12 a 5. Dopo il tempo tecnico la Globo Sora mantiene alta la qualità di gioco che costringe il “Tuscania”  a smarrirsi senza riuscire ad abbozzare una credibile reazione (vano il tentativo di Tofoli  di sostituire Shavrak con Ottaviani). La Globo Sora vuole andare a Milano e lo fa, chiudendo il set con il punteggio di 25 a 17.

Il 31 Gennaio alle ore 16.00, la Globo Sora  si ritufferà in campionato per affrontare nel palazzetto “Luca Polsinelli” l’Ortona. Dopo il 7 Febbraio sarà a Milano per la finale di coppa Italia.

Commenti

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso