COMUNE POLITICA

COMUNALI SORA – LA CULTURA COME MOTORE DELLA CRESCITA CITTADINA – LE PROPOSTE DI LUCA DI STEFANO

Il candidato sindaco Luca Di Stefano ha fatto girare le proposte elaborate con la sua squadra sulle attività culturali che vorranno proporre in caso di vittoria nella prossima tornata elettorale.

“Una città degna di questo titolo si riconosce dalla sua produzione culturale.

Sora aveva una patrimonio consolidato di attività culturali sia estive e che invernali che negli anni è stato dilapidato.
Nella proposta di programma elaborata dalla squadra di Luca Di Stefano figura il rilancio delle attività culturali attraverso azioni di promozione mediatica sia a livello regionale sia a livello nazionale. “Sora Città del Natale” è una delle priorità inserite negli atti dei primi cento giorni di governo, proprio per sottolineare l’importanza delle attività culturali in un modello di Città proiettato a migliorare la qualità della vita dei cittadini.

c’è il Carnevale del Liri poi l’Estate Sorana, che deve diventare un contenitore organico dove inserire “Sora Città dello Sport”, “Sora Città della Prevenzione”, la Canicola, 100% batteristi, tutte iniziative di un giorno che in passato avevano avuto un’ottimo apprezzamento.

Sora ha la fortuna di vivere molte feste religiose mosse dalla pietà popolare che vanno promosse in quanto caratterizzate da aspetti peculiari: la Processione del Venerdì Santo è considerata tra le più belle d’Italia, le varie rappresentazioni della Passione Vivente, la Festa della Patrona S. Restituta, la Festa di San Rocco con la disputa della corsa “la Canicola”, la festa del Corpus Domini con la magnifica Infiorata, il Faone della festa di San Giovanni, con il ballo della “P’patta”. Tutte perle oggi poco valorizzate.

Nella visione della squadra di Luca Di Stefano l’amministrazione comunale deve farsi promotrice della costituzione di un teatro stabile che faccia sinergia con le tante compagnie che gravitano su questo territorio.
Altro scandalo da cancellare è la mancanza di una sala polifunzionale per la fruizione di concerti, recital, proiezioni cinematografiche.
Inoltre la futura compagine di governo dovrà porre maggiora attenzione ai figli della Città che ne hanno dato lustro nel mondo, figure come Da De Sica, l’Arch. Valente, il Card. Baronio devono essere riportate agli onori della cronache attraverso convegni che ne esaltino le peculiarità con il fine di creare eventi fissi annuali di alto livello, come un Festival del neorealismo, un Festival dedicato ai bozzetti della scenografia teatrale, un festival della storia. Mentre per premiare i concittadini viventi si dovrebbe riproporre il “Città di Sora” kermes che ne valorizzava le doti.

Infine la futura amministrazione dovrebbe riproporre due istituzioni comunali che tanto hanno dato ai giovani la scuola Comunale di Musica e la Banda cittadina con la promozione di un evento dedicato alla produzione bandistica e alle bande militari.
Con un investimento importate come quello proposto dal gruppo capitanato dal candidato sindaco Luca Di Stefano ci aspettiamo un ritorno economico certo per le attività commerciali della città, Sora può diventare veramente la “Città del Week End”!”

 


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso