Te lo dico in rima

IL SOGNO DA UNO STAGNO

IL SOGNO DA UNO STAGNO

Il sogno che hai perso nello stagno di acqua sporca e detriti, non ti impedisce di incatenarmi le mani a te. La tua bocca vuole rubare le belle parole nell’aria, perché succeda di perderci e tu possa vincere la vita rubando la mia dolcezza. Giri attorno alla tua solitudine ma io creo e invento ogni giorno perché la caligine non disegni il mio futuro… spetta a te seguirmi!

Tu mia illusione sei bandita, perché la realtà si sposi con la verità e si dia spazio al mio pensiero.

Alessandro Rea


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati