Sport

ISOLA DEL LIRI – ARPINO – POGGIO VALLEFREDDA, VETRINA INTERNAZIONALE

Il conto al rovescio per la Poggio – Vallefredda 2021 è ormai partito, ma comunque sono più di cinquanta i giorni che ci separano dalla gara. Solitamente nelle road race i piloti inviano le iscrizioni, solo dopo che hanno disputato l’ultima gara. Il motivo è semplice, se succede qualcosa nell’ultima gara disputata (caduta con conseguenze o rottura della moto ecc.) l’iscrizione non viene inviata, evitando così di pagare ammende per mancata partecipazione e non si deve giustificare nulla. Quindi aprire la casella di posta elettronica del Moto Club Franco Mancini 2000, quando mancano oltre cinquanta giorni alla gara e trovare le iscrizioni di due piloti svizzeri è una sorpresa unica. Questo però rende bene l’idea di quanto sia apprezzata e desiderata la Poggio-Vallefredda anche oltre i confini nazionali. I due piloti in questione rispondono al nome di Rolf Haller (foto) che gareggia con una Yamaha nella classe 250, mentre l’altro è Philippe Bongard che gareggia nella classe supermotard. E’ bene ricordare che sia il campionato italiano (CIVS) e sia quello europeo (EHCC) ancora non sono iniziati, la prima gara si disputerà a fine maggio ad Arezzo e più precisamente a Pieve Santo Stefano. Per la Poggio – Vallefredda è ancora il momento dei lavori burocratici, che comunque proseguono a ritmo serrato.

Intanto i regolamenti particolari della gara ciociara sono stati già approvati e pubblicati sia dalla FMI e sia dalla FIM Europe. Si prospetta una gara scintillante e combattuta specialmente nell’europeo, perché non dimentichiamolo alla Poggio – Vallefredda ci sarà doppia gara per il titolo continentale, con una gara al sabato ed una alla domenica. Quindi per un pilota riuscire a fare l’en plein alla gara ciociara significherebbe aver messo una pesante ipoteca sul titolo europeo. Battaglia è attesa anche nel CIVS, con un Fabio Ricca che nell’edizione 2020 è riuscito per la prima volta in una competizione in salita a vincere l’assoluto con un quad e che ora si troverà di fronte uno stuolo di avversari su due ruote che vorranno prendersi la rivincita. Per quanto riguarda l’Europeo Vintage (VEHCC), sono già diversi i piloti del Moto Club Franco Mancini 2000 che hanno espresso la volontà di partecipare a questo neonato campionato e quindi aspettano con ansia la gara di casa per partire con il piede giusto. Insomma gli ingredienti sono quelli giusti, ed il M.C. Franco Mancini 2000 farà di tutto per gestirli e mescolarli con sapienza per sfornare una gara densa di adrenalina e spettacolo. (nota di Lucia Alonzi)


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso