Comunicati Stampa CRONACA

IMPRENDITORE SOTTOPOSTO A SORVEGLIANZA SPECIALE

Stretta del Questore di Frosinone sull’applicazione delle misure di prevenzione quale strumento diretto ad evitare la commissione di reati da parte di determinate categorie di soggetti, considerati socialmente pericolosi, sulla scia della direttiva dello stesso Capo della Polizia.

Nel mirino della Polizia di Stato persone abitualmente dedite a traffici delittuosi, quelle che vivono abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose, nonché chiunque sia dedito alla commissione di reati che offendano o mettano in pericolo l’integrità fisica o morale dei minorenni, la società, la sicurezza o la tranquillità pubblica.

Alla luce dell’indirizzo giunto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, nei giorni scorsi, personale del Commissariato di Cassino ha sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno nel comune di Cassino, un noto imprenditore della Città Martire, provvedimento irrogato dal Tribunale di Frosinone in accoglimento della proposta del Questore.

L’uomo specializzato nella raccolta, gestione e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, con numerosi precedenti di polizia, già sottoposto inoltre ad indagini di natura amministrativa e fiscale, nel gennaio scorso era stato, tra l’altro,  arrestato nell’ambito di una vasta operazione a livello nazionale per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione ed alla turbata libertà degli incanti nel settore dei rifiuti.

All’imprenditore sono state, inoltre, imposte una serie di prescrizioni tra cui quella di non allontanarsi dalla dimora senza preventivo avviso al Commissariato di P.S.  e di non accompagnarsi a persone che abbiano subito condanne penali o siano sottoposte a misure di prevenzione o sicurezza.

Il provvedimento si inserisce in un più ampio contesto che ha visto, nell’ultima settimana, l’applicazione di dieci “avvisi orali”, nei confronti di altrettante persone residenti nel comune di Cassino, ritenute pericolose per la sicurezza collettiva.

L’attività di Polizia svolta conferma il ruolo delle misure di prevenzione quale baluardo essenziale per il contrasto della criminalità organizzata e di ogni altra forma di illegalità.

Commenti

banner_RSA San Camillo Sora GARDEN Center Sora


loading...