CULTURA

ISOLA LIRI – AI FRATELLI IAFRATE IL PRESTIGIOSO “PREMIO FIUGGI” 2021

Sabato 25 settembre 2021, con una cerimonia svoltasi nella Sala Consiliare del Comune di Fiuggi, sono stati proclamati tra i vincitori della XII edizione del Premio FiuggiStoria-Lazio Meridionale e Terre di Confine 2021 i fratelli Amleto ed Edmondo Iafrate con il libro “Gli stabilimenti del Fibreno, Fabbriche di carta e tappezzerie da parati nell’Insula Regni del 1800”. (Ediz. Illustrata, 2020).
Il premio letterario, organizzato dalla “Fondazione Giuseppe Levi Pelloni-Centro Nazionale Ricerche Storiche-Onlus”, ha cadenza annuale ed intende promuovere e valorizzare il patrimonio storico, culturale, artistico, ambientale, sociale ed intellettuale del Novecento, con la garanzia di ineccepibile serietà scientifica nelle opere storiche. Capitanata dallo storico Giuseppe Levi Pelloni e dalla scrittrice e storica dell’antiquariato Giovanna Napolitano Morelli coaudiuvati da Luciana Ascarelli, Felice Vinci, Sebastiano Catte, Antimo Della Valle, Anna Caterina Alimenti, Paola Sonnino e Margherita Ascarelli, l’edizione di quest’anno -che ha visto (su 32 titoli ricevuti) venti libri in finale- premia, di riflesso, la città di Isola del Liri, gloriosa sede di importanti industrie nel 1800.
Un motivo di orgoglio in più per questa città che vede in tal modo alla ribalta i cinque stabilimenti industriali che appartennero alla famiglia dei Lefebvre, che per tre generazioni, con elevati giri d’affari ed immense capacità imprenditoriali resero noti questi opifici in tutta l’Europa e non solo in Italia.
I fratelli Amleto ed Edmondo Iafrate proseguono, pertanto, imperterriti, nel tentativo ambizioso di voler contribuire ad accrescere il patrimonio culturale del loro paese natìo e di voler quindi descrivere in modo sistematico, ampio, accessibile ed ordinato il fenomeno di industrializzazione che assorbì il territorio dell’attuale Isola del Liri nel secolo che precedette la prima guerra mondiale.
Il Premio Fiuggi storia è stato assegnato anche a Bruno Ludovici per il suo “Cronache Anticolane” (Editrice Frusintae, 2021) e a Paola Rolletta dell’Associazione Gottifredo di Alatri per la traduzione della autobiografia di Stephane Grappelli: “In viaggio con il mio violino” (OttoTipi Editore).
A tutti un in bocca al lupo in attesa dell’Edizione nazionale che si terrà a dicembre presso Biblioteca della Camera – Palazzo San Macuto a Roma.


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati