Notizie PILLOLE DI ECONOMIA

L’EVOLUZIONE QUALITATIVA DELLA DOMANDA TURISTICA

Da alcuni anni, il continuo progresso dell’ICT (Information and Communication Technologies) ha modificato anche il mercato turistico, favorendo sia processi di integrazione verticale, sia fenomeni di intermediazione, sia la nascita di nuove forme di intermediazione come portali del turismo: tutto ciò ha portato ad una evoluzione della domanda ed offerta turistica.

Sul lato della domanda, in parallelo ad un’espansione quantitativa si è assistito ad una evoluzione qualitativa legata al moltiplicarsi della varietà e variabilità dei comportamenti di consumo dei turisti. Non esiste più il cosiddetto “turista tipo”, dato che il processo evolutivo ha trasformato il turista eterodiretto, massificato, che si adegua ai meccanismi di mercato e svolge passivamente le funzioni che gli vengono affidate dall’offerta, in turista autodiretto, pronto a sfuggire ai condizionamenti dell’industria turistica, programmando spazi originali di scoperta e di avventura, continuamente alla ricerca di back regions, caratterizzate dall’autenticità propria dei luoghi non contaminati.

Da un turismo di massa, indifferenziato e standardizzato, si passa dunque alla ricerca di un prodotto turistico globale, con l’emergere di nuovi segmenti di consumo che richiedono maggior flessibilità e personalizzazione delle modalità di fruizione, e da una maggior attenzione alla qualità e ad attributi intangibili quali cultura, tradizioni, identità locali, tutti fattori alla base del “turismo esperenziale”.

Carla Cristini

 


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati