Sport

SORA – VIRTUS C5 FEMMINILE SCONFITTA AMARA

E’ stato un venerdì da ricordare quello lasciato alle spalle dalle ragazze del Virtus Sora.

Le ragazze sorane hanno applaudito l’esordio in panchina di Mister Attilio Valente. Per questo incontro hanno sudato sette camice per portare una vittoria meritata ma alla fine hanno rimediato una immeritata sconfitta a favore di un Latina che dopo aver agguantato per ben due volte il risultato con un micidiale uno due raccoglie in casa bianconera l’intera posta in palio.

Mister Valente, approdato alla guida della squadra delle guerriere volsche nel corso della settimana aveva effettuato solo alcuni allenamenti, ma già aveva dato la sua impronta. Il suo metodo di gioco già impostato nel corso della prima partita ufficiale aveva rianimato tutto l’ambiente. Infatti erano le sorane che già al terzo minuto passavano in vantaggio con un bel tiro di La Mela che raccoglieva un suggerimento della difesa e spiazzava il portiere ospite.

La reazione delle avversarie non si faceva attendere e dopo vari tentativi, neutralizzati dalla rientrante in bianconero Elisa Cencia, pareggiavano al 14° con un tiro che si insaccava all’angolino. 

Con questo risultato si concludeva il primo tempo.

La seconda frazione di gioco iniziava con le bianconere protese in attacco e dopo solo quattro minuti Barbara Raponi riportava le locali in vantaggio con un violento tiro che si insaccava all’incrocio dei pali.

Ma le ospiti nel giro di due minuti, ossia al 6° ripotavano il risultato in parità sul 2 a 2. 

Nemmeno il tempo di mettere la palla al centro che le bianconere approfittando di una mischia in area avversaria, si portavano nuovamente in vantaggio con Alessia Tomei di testa deviava la palla in rete per il 3 a 2.

A questo punto entrava in scena il direttore di gara che, dopo aver condotto una gara mediocremente, andava nel pallone più totale, con decisioni discutibilissime in ambo le parti, tanto che nonostante alcuni cartellini gialli ed un rosso alla squadra ospite non riusciva a riportare la calma. Con questo clima rovente le ospiti pervenivano prima al pareggio e successivamente con un micidiale uno due si portavano sul 3 a 5 chiudendo definitivamente il mach, nonostante la grinta delle bianconere che sul finire accorciavano per un risultato finale di 4 a 5 per le ospiti.

Furibondo il massimo esponente del club bianconero Rocco Pagliaroli:. “Voglio innanzitutto precisare che per noi questa non era la partita della vita, ma considerato quanti sforzi questa società sta affrontando e nonostante l’ultima posizione in classifica non abbiamo mai mollato. Esigiamo rispetto per chi, oltre ai sacrifici economici, sacrifica famiglia ed affetti per portare avanti un campionato di calcio a 5 femminile, nato come provinciale e cresciuto come regionale. Rispetto questi ragazzi che vengono buttati nella mischia ad arbitrare partite di calcio a 5 femminile, senza esperienza, con un risultato che è davanti ai nostri occhi. Non me la prendo con loro, infatti, nonostante i danni che ha fatto il direttore di gara è andato via tranquillo come è arrivato. Contatterò il responsabile del Calcio a 5 Regionale, al quale invierò una relazione dell’accaduto, con la registrazione dell’incontro. Non si può vanificare in questo modo, il lavoro di tante persone che con tanti sacrifici cerca di portare avanti una squadra di calcio. Rimetto a loro ogni decisione in merito, in considerazione anche al referto del commissario di campo presente all’incontro.”

Ora la squadra dovrà ritrovare la debita concentrazione per la prossima partita casalinga contro l’ostica formazione del Torre Maura, ma certamente sarà un’altra storia.

Ufficio Stampa

Virtus Sora C5 Fem.

Commenti


Ricerca Personale

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso