Comunicati Stampa Sport

VOLLEY – INASPETTATA SCONFITTA PER LA GLOBO SORA

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora inciampa nel posticipo della decima giornata del Campionato di Serie A2 cadendo al PalaBigi di Reggio Emilia alla Conad per 3-1.

Sotto gli occhi di tutte le altre partecipanti al torneo che la loro decima di cartello l’hanno giocata lo scorso mercoledì 16 dicembre, Sora è artefice della sua seconda sconfitta in undici gare disputate, e invece di andare a riprendersi la metà della poltrona che poteva appartenerle, quella del primo posto in classifica dove Vibo Valentia continua a restare seduta da sola, dovrà rimettersi testa bassa e lavorare per riprendere a macinare punti e a scalare la classe.

Ci hanno provato gli emiliani a sovvertire l’andamento della Globo e ci sono riusciti invertendo anche il loro trend negativo che durava da cinque giornate. Gara questa che torna a mettere a referto anche Hoogendoorn l’opposto di coach Soli fermo da tempo ai box a causa di un infortunio a livello muscolare ora rientrato.

Allo starting playes coach Cantagalli schiera Marchiani al palleggio in diagonale con Kody, Tondo e Cargioli in posto 3, Dolfo e Silva a schiacciare, Morgese libero. La guida tecnica sorana invece torna a schierare il suo sestetto tipo con Fabroni in cabina di regia opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.

Si gioca palla su palla in avvio del match e l’equilibrio raggiunto continua per gran parte del primo set. A far suonare la sirena del technical time out è l’attacco di Dolfo e al rientro in campo il tabellone continua a saliere un punto per parte fino alle ultime fasi del game. 21-21 e Reggio Emilia mette il naso avanti con Kody che mura il pallonetto di Rosso per il 23-21, e dopo uno scambio lungo e intenso chiuso da Hoogendoorn, è ancora il black mamba emiliano di prima intenzione ad andare a segno e a portare i suoi al set ball, 24-22. Rosso guadagna il cambio palla e il block di Sperandio ai danni di Tondo riporta la contesa in parità e ai vantaggi. 25-26 ed è ancora Tondo a salire in cattedra sia sulla rete che dai nove metri per il 27 pari. Quello che finora era stato un set combattuto e bello da vedere, si chiude in pochi secondi in favore dei padroni di casa con due errori sorani per il 29-27.

Cambia volto il match in avvio del secondo set con la Globo che finalmente imprime un’accelerata con il 2-6 autografato da due attacchi vincenti e un ace di Rosso. Fabroni e compagni tengono ben strette le lunghezze di vantaggio che allo stop obbligatorio sono diventate 6 con la Conad che va al riposo tecnico sul 6-12 e innervosita dal contrasto vincente che non riesce a trovare. Tre errori sorani fanno guadagnare terreno ai padroni di casa che però non ne approfittano e così Sora può continuare a condurre indisturbato il suo gioco con Hoogendoorn per il 13-19. Sperandio mura Silva che poi viene richiamato in panchina da coach Cantagalli, al suo posto l’australiano Douglass che subito, assieme ai suoi compagni, subisce l’ace di Marrazzo che vale il 14-23. Il finale di questo secondo game è oramai scritto e a Reggio Emilia resta solo il tempo per l’ace di Kody prima che la Globo rimetta in parità il match con la vittoria del set per 17-25.

La Conad non mostra alcun segno di cedimento anzi, talmente tanta è la sua voglia di affermarsi che tiene la Globo per la coda non concedendole neanche un doppio passo di vantaggio per l’altro punto a punto che caratterizza il terzo set. Hoogendoorn, al quarto attacco vincente consecutivo, manda tutti in panca per il technical time out che arriva sull’11-12. Fabroni mura Dolfo, e Marchiani va a segno dai nove metri per il 13-13. Si gioca palla su palla al PalaBigi con Sora più fallosa dell’avversario ma che comunque resta attaccata al punteggio. 18-17 e coach Soli ferma il gioco per dare indicazioni ai suoi ragazzi ma al rientro in campo il registro non cambia con il game che punto a punto, dopo il muro di Giglioli ai danni di Dolfo e l’attacco di Hoogendoorn, arriva sul 23-23. Silva regala il set ball al tricolore e Rosso i vantaggi alla Globo, ma come nel finale del primo set due errori sorani decretano la chiusura del game in favore dei locali per 26-24.

Si torna in campo per il quarto set e il volley tricolore si mostra più sfacciato per il 3-0 trasformato da capitan Tondo nel 5-1. Rosso e Sperandio provano a contrattaccare ma l’avversario risponde bene per il +5 dell’8-3. Coach Soli manda in campo Festi per Sperandio ma i suoi ragazzi non riescono a rosicchiare lunghezze, cercano un mini break ma dopo lo stop obbligatorio vedono la Conad guadagnare sempre più terreno per il 18-12. Comincia finalmente a concedersi qualcosa in più la Globo riportandosi sotto fino al 21-19 ma la sua condanna continuano a essere gli errori gratuiti, inutili e pesanti in frangenti importanti come quello del 24-23.

Si chiude così 25-23 il quarto set e 3-1 l’incontro valido per la decima giornata di cartello. Sora tornerà in campo domenica prossima alle ore 18,00 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” e farle visita sarà Potenza Picena.

CONAD REGGIO EMILIA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-1

CONAD REGGIO EMILIA: Marchiani 7, Kody 22, Tondo 11, Cargioli, Dolfo 9, Silva 6, Morgese (L), Douglass , Cetrullo 1, Cargioli 6, Bonante, Bevilacqua, Benaglia, Scaltriti, I All. Luca Cantagalli. B/V 6, B/P 11, muri 12.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 4, Hoogendoorn 24, Rosso 17, Mariano 5, Sperandio 6, Giglioli 9, Santucci (L), Bacca 2, Festi 2, Marrazzo 1, Buzzelli n.e., Lucarelli n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 5, B/P 22, muri 7.

ARBITRI: Venturi Giuliano, Fretta Elisa.

PARZIALI: 29-27; 17-25; 26-24; 25-23.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso