Sport

VOLLEY – UNA DIFFICILE STAGIONE DELLA GLOBO BPF

IL DIFFICILE QUARTO CAMPIONATO DI  SUPERLEGA DELLA GLOBO B. P. F. SORA, INTERROTTO DAL CORONAVIRUS

di Mario Iafrate

Dopo la conquista nella precedente stagione dello straordinario nono posto, la Globo B.P.F. Sora nel suo quarto campionato di Superlega era chiamata ancora una volta a compiere la grande impresa sportiva. 

Impresa apparsa sin da subito molto difficile, visti i grossi investimenti effettuati da tutte le Società e in particolare da quelle ritenute sue possibili concorrenti (Vibo Valentia, Top Volley Latina, Consar Ravenna, Gas Sales Piacenza) per assicurarsi atleti di levatura nazionale ed internazionale. 

Come tutti sappiamo al momento il campionato è sospeso a causa dell’emergenza epidemiliogica del Covid-19 e per la prossima stagione 2020/21  si attendono quelle che saranno le decisioni della FIPAV, alla luce degli ulteriori sviluppi di tale emergenza del coronavirus. 

Prima di riassumere le tappe significative della stagione bruscamente interrotta, è tuttavia opportuno sottolineare tra le diverse difficoltà della Società Argos Volley Sora la scelta obbligata, per il quarto anno consecutivo, di disputare il campionato di Superlega al di fuori delle mura amiche, in ragione della mancanza di disponibilità di un adeguato palazzetto nel comune di Sora,  pur potendo fruire, per due anni consecutivi,  della splendida struttura del Palacoccia di Veroli.

Il percorso compiuto dalla Globo B.P.F. Sora che, domenica 22 Marzo 2020,  ha terminato contro l’Itas Trentino la quarta partecipazione al campionato di A1-Superlega si può così riassumere: 

La  Società Argos Volley Sora per il 75° Campionato di Serie A Credem Banca, nel suo quarto anno consecutivo campionato di Superlega e secondo con l’introduzione delle retrocessioni, ha deciso di continuare a percorrere la strada intrapresa già negli anni passati: la strategia della valorizzazione di giovani atleti, affidati alla cura di mister Maurizio Colucci, che, in questo nuovo campionato, ha avuto l’incarico di ricoprire il ruolo di primo allenatore e di avere Simone Roscini nella veste di secondo allenatore. Strategia operativa che aveva in sé la consapevolezza che il campionato sarebbe stato caratterizzato da fasi alterne nella prestazione della squadra e nei risultati. 

  

Le operazioni di mercato del Direttore sportivo Adi Lami, in accordo con coach Colucci, per affrontare il 75° Campionato Italiano di Pallavolo Maschile di Serie A- Credem Banca, hanno portato alla riconferma di alcuni giocatori, quali: il martello  brasiliano Joao Rafael De Barros Ferreira, promosso a Capitano, il martello americano Kupono Fey, i centrali Edoardo Caneschi, Gabriele Di Martino il libero Pierpaolo Mauti e del giovane sorano Mattia Farina. A questi giocatori sono stati affiancati i nuovi acquisti: il palleggiatore brasiliano Murilo Radke, il rientro dell’opposto bielorusso Miskevich, il libero Alessandro Sorgente e gli schiacciatori Grodzanov e il giovane Battaglia e il palleggiatore Alfieri. 

Le partenze da Sora hanno riguardato: l’opposto serbo Dusan Petkovic, il martello danese Rasmus Nielsen Breuning, il libero Federico Bonami,  il palleggiatore  Michal Kedzierski, l’opposto colombiano Willian Alejandro Bermudez Narvaez, il martello polacco Karol Rawiak, il centrale Davide Esposito e il palleggiatore Federico Marrazzo.

Prima dell’avvio del campionato, la giovane squadra sorana ha sostenuto un  programma di amichevoli, volte alla ricerca della costruzione di un efficiente sistema di gioco. Ha affrontato nel mese di Settembre l’Emma volley Siena, mentre non ha potuta giocare, a causa di diversi infortuni, la partita contro l’Impavida Ortona. Ha disputato, nel PalaMalè di Viterbo, la terza edizione del Trofeo PM&, in cui si è confrontata con le altre due partecipanti, la Peimar Volley Calci e la Maury’s Com Cavi. Si è recata a Cisterna di Latina per incontrare la prima squadra di Superlega, la Top Volley Latina. Ha partecipato, alla seconda edizione del torneo “Tonno Callipo Calabria” tenutosi nel PalaValentia di Vibo. Con la 11a edizione del “Memorial Nonno Gino”, è terminato il precampionato della squadra sorana. Al torneo hanno partecipato la Top Volley Latina,  la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, l’Emma Villas Siena e la Globo b.p.f. Sora.

  • ïNel corso del girone d’andata la Globo B.P.F. Sora, impegnata a disputare partite contro squadre strutturate per conseguire posizioni di alta classifica, mostra molte difficoltà nell’affrontare il ritmo forsennato imposto da questo campionato (dieci partite di cui 5 turni infrasettimanali nei mesi di Ottobre e Novembre) che impedisce alla Globo B.P.F. Sora di trovare un’identità di  gioco. Nelle partite contro Modena, Civitanova Lube, Perugia, Verona, arrivano nette sconfitte per 3 set a 0. Solo nelle partite contro Vibo Valentia (conquistata in trasferta con autorevolezza per 3 a 0) e Piacenza (persa al tie break), la Globo B.P.F. Sora riesce a dare una continuità al proprio gioco e a cogliere punti importanti per muovere la classifica. Mentre le sconfitte subite per 3 a 1  contro Milano, Latina, Padova, Monza e Ravenna lasciano l’amaro in bocca per i mancati risultati,  nonostante il buon gioco espresso. 

La Globo B.P.F. Sora conclude il girone d’andata all’ultimo posto in classifica generale, con poche speranze di poter ottenere, con il lavoro e il tempo necessario, il prestigioso traguardo della permanenza in Superlega. 

Per quanto riguarda il rendimento dei singoli giocatori, in questa fase, spicca il grande apporto del martello Rafael e il sempre positivo apporto dei centrali Caneschi e Di Martino (in particolare quest’ultimo ha saputo ritrovare subito una buona condizione, dopo il lungo periodo di fermo per la questione del tesseramento), nonché il discreto rendimento del libero Sorgente nel fondamentale della ricezione; infine il buon lavoro svolto da Fey, Scopelliti, Van Tilburg e Mauti (che subentrava al posto di Sorgente nella fase della difesa) quando sono stati chiamato in campo. 

Tra gli aspetti che non sempre hanno consentito alla Globo b.p.f. Sora di produrre il suo gioco migliore è da sottolineare, invece, il non esaltante inserimento del nuovo regista Murillo Radke, il non efficiente rendimento dell’opposto Miskevich e dello schiacciatore Grodzanov, dai quali ci si aspettava molto di più. 

Da sottolineare, infine, dal punto di vista tecnico l’insufficiente rendimento della squadra nel fondamentale dell’attacco e la discontinuità nel fondamentale della battuta che spesso hanno condizionato l’andamento di alcune partite.

  • ï Nel Girone di ritorno la Globo B.P.F. Sora non riesce  a conquistare i punti necessari per ottenere l’auspicata salvezza. Nelle partite disputate contro la Leo Shoes Modena e  l’Itas Trento subisce nette sconfitte per 3 a 0. Nell’incontro casalingo contro Verona e in trasferta contro Padova (dove sfiora per poco il tie break), non  consegue alcun punto. Impresa che, invece, riesce nella partita contro l’ostica Consar Ravenna, dove la squadra sorana, avanti per 2 set a 1, viene rimontata e sconfitta al tie break. Perde ancora negli scontri diretti per la salvezza: prima nel PalaCoccia contro Vibo Valentia subisce una netta sconfitta per 3 a 0; dopo in trasferta contro la Top Volley Latina perde per 3 a 1 il derby laziale. Nel finale del torneo la squadra sorana sul campo di Milano perde per 3 a 1. 

A partire dalla trasferta sul campo di Piacenza il campionato viene interrotto a causa del coronavirus: la partita non viene disputata e al rientro la squadra e lo staff al seguito si  pongono in quarantena volontaria. Da segnalare, infine, nel finale del campionato anche importanti cambiamenti nello staff tecnico operati dalla Società Argos Volley Sora  che chiude il rapporto di lavoro con il Direttore sportivo Adi Lami e con il Preparatore atletico Giacomo Paone; consente poi allo schiacciatore Rafael di lasciare la squadra e terminare la stagione sportiva in Francia.

La Globo B.P.F. Sora conclude, purtroppo,  il campionato  all’ultimo posto in classifica generale, con  soli 5 punti conquistati. Per quanto riguarda il rendimento dei giocatori della squadra è bene sottolineare il costante apporto positivo di Rafael, che oltre alle  conosciute qualità nei fondamentali della ricezione  e della difesa ha brillato anche in attacco. Da segnalare inoltre che, nel girone di ritorno,  Grodzanov  ha saputo mettere in mostra, in più di qualche partita, le sue qualità di bravo schiacciatore, così come il secondo opposto Van Tilburg e il secondo palleggiatore Alfieri, quando sono stati chiamati in campo, hanno dato un buon contributo; mentre purtroppo l’opposto Miskevich, sul quale si contava per avere la spinta giusta per il conseguimento di una nuova salvezza, non è riuscito a ripetere le esaltanti prestazioni mostrate nel suo primo anno di militanza in Superlega, con le quali attirò l’attenzione di molti club nazionali ed internazionali e nel mare delle delusioni è naufragato anche il rendimento del nuovo ed esperto alzatore Murillo Radke. 

Oltre al gran lavoro profuso nel corso del campionato per affrontare le fatiche di un campionato disputato lontano da Sora, la Società Argos Volley merita un gran riconoscimento per numerose altre iniziative:

  •   ha promosso la pallavolo nel territorio attraverso lodevoli iniziative che l’hanno vista recarsi periodicamente in vari istituti scolastici del comprensorio con una rappresentanza di giocatori per incontrare gli alunni; 
  •   ha organizzato nei giorni di Sabato 29 e Domenica 30 Settembre  la 11a edizione del “Memorial Nonno   Gino”, in cui c’è stata una buona partecipazione di pubblico che ha potuto apprezzare un grande spettacolo di pallavolo offerto dal confronto tra 4 formazioni di Superlega, Globo B.P.F. Sora, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Emma Villas Siena, BCC Castellana Grotte. In questa importante occasione è stato anche inaugurato il PalaCoccia di Veroli struttura grandiosa e di grande impatto visivo, curata in tutte le sue parte, nella quale la Globo B.P.F. Sora ha disputato le sue partite interne del 14° campionato di Superlega Credem Banca; 
  •   ha curato l’allestimento di campi di volley negli oratori di diverse Parrocchie della Diocesi di Sora- Cassino –Aquino-Pontecorvo, in ottemperanza all’accordo stipulato lo scorso anno con la Diocesi stessa, per far vivere ai bambini e ragazzi della catechesi alla pastorale giovanile, lo sport della pallavolo come un momento formativo ed educativo unito al valore spirituale. 
  •   ha attraverso, il proseguimento dell’accordo con l’emittente televisiva EXTRATV che ha mandato in onda le differite delle partite interne ed esterne della Globo B.P.F. Sora, permesso la visione delle partite anche a coloro che non hanno seguito direttamente gli incontri. 

La partecipazione della Globo B.P.F. Sora al massimo campionato di pallavolo maschile (ritenuto dagli addetti al lavoro “il più bel campionato del mondo”) ha visto coinvolgere e attirare l’attenzione dell’ambiente territoriale, in particolare la cittadinanza di Veroli, e delle pagine sportive.  

Merita anche una menzione l’apporto fornito dal gruppo di tifose/i dei “Fans della Globo b.p.f. Sora”,  che  attraverso la pagina facebook con i loro post e commenti hanno mantenuto alto e vivo il sostegno alla Squadra, Società e Famiglia Giannetti.

Commenti


Ricerca Personale

Vanistyle, Parrucchiera, New Opening Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso