COMUNE Notizie POLITICA

COSA SUCCEDE IN ‘CASA TERSIGNI’? SI LITIGA!

I soliti ben informati non hanno tardato a spifferarci la notizia del giorno: l’altissimo tasso di litigiosità all’impronta del quale si sarebbe svolta l’ultima riunione del gruppo di maggioranza che amministra la città di Sora.

Non ci credete? Beh, ci sarebbe stato, addirittura, chi, ad un certo punto, avrebbe invocato l’intervento del Carabinieri, tanto si erano scaldati gli animi e tanto oltre si era andato rispetto alle parole, fin quasi ad arrivare alle mani.

Il condizionale – mai come in queste circostanze, è d’obbligo – ma, a quanto è dato sapere, a scatenare  il ‘match’, sarebbe stato l’argomento decoro. Al  fratello del Sindaco, Valter,  nelle cui mani ‘giace’ la delega al decoro, sarebbe stata contestata l’insussistenza operativa, con tanto di esempi di marciapiedi sconnessi e strade colabrodo, pessima cartolina illustrativa. Per non parlare del ponte di legno crollato, naturalmente!

Ahinoi, l’osservazione’ sul ‘decoro’, colta come una vera ‘contestazione’, non sarebbe piaciuta ai fratelli amministratori e subito i toni si sarebbero accesi, gli animi riscaldati e le mani avrebbero iniziato a prudere. Chi è stato messo all’angolo – ci si consenta la metafora pugilistica – si sarebbe calmato solo grazie all’intervento di un congiunto. Ma, gli sarebbe stato detto di considerarsi – per quell’affronto – fuori dalla maggioranza.

Ed era solo l’inizio.

Altro argomento ‘caldo’: il ‘caso Costantini’. Il gruppo di Forza Italia si sarebbe fatto risentire sulla questione (affidamento di un incarico professionale al figlio del consigliere di maggioranza, Celso) che ha creato imbarazzo a tutti, meno, a quanto sembra, ai diretti interessati. Per il Nuovo Centro Destra, il problema sarebbe superato dalla rinuncia del beneficiario.

Lo stesso NCD, inoltre, sarebbe apparso del tutto intenzionato a non cedere neanche di un centimetro, tanto che – alla prospettata ipotesi di una assegnazione di nuove deleghe, anche per rendere più attivo il ruolo del neo consigliere Alessandro Mosticone – i fratelli amministratori avrebbero risposto picche, acconsentendo appena ad una scissione delle competenze attualmente gestite dal consigliere di Forza Italia Lino Caschera.

Il ruolo dell’assessore Maria Paola D’Orazio sarebbe in bilico. L’esponente rosa della giunta Tersigni avrebbe contestato a Salvatore Meglio il doppio ruolo di consigliere comunale e membro nel cda del Consorzio Asi. E la risposta data alla D’Orazio sarebbe stata – diciamo così – piccata. Le sarebbe stato detto, senza tanti complimenti, che il suo ruolo va esautorandosi, anche perché ‘abbandonata’ da certi amici, ma sempre protetta da altri, a Roma.

Insomma, qualcosa forse traballa nella maggioranza che governa Sora. Stamattina, c’era ancora chi sbraitava per come si era svolta la riunione e già cercava ‘vendetta’.

Per quanto ci riguarda, ci siamo limitati a raccogliere qualche sfogo e qualche confidenza. Ma se qualcuno avesse qualcosa da smentire, ravvisando inesattezze in quanto scritto in questa nota, saremmo lieti di ospitare il suo punto di vista. Sempre ammesso che ci stiamo sbagliando, ragazzi!


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso